Attacco hacker al Comune di Torino: «Nessun dato personale è stato compromesso»

Attacco hacker al Comune di Torino: «Nessun dato personale è stato compromesso»

I servizi del Comune non sono stati compromessi, ma possono verificarsi alcuni disservizi agli sportelli

Computer fuori uso questa mattina al Comune di Torino per un probabile attacco hacker che ha interessato la rete di servizi comunali, tra cui l'anagrafe. Lo rende noto l'amministrazione comunale che sottolinea «quello in atto alla rete informatica comunale è un attacco ransomware. Il virus è programmato per bloccare il pc su cui si installa e cifrarne il contenuto, chiedendo un riscatto per lo sblocco. Al momento il numero delle postazioni di lavoro colpite risulta essere contenuto. Si rassicurano gli utenti che nessun dato personale è stato compromesso».

 

Leggi anche > L'Italia digitale: dalla residenza al matrimonio, da oggi i certificati si fanno a casa

 

Il Comune di Torino e il Csi Piemonte «si sono subito attivati con azioni di contrasto mirate a circoscrivere il perimetro oggetto di attacco. In particolare sono stati staccati i comandi controller per evitare accessi agli share di rete, sono state cambiate le utenze di admin, è stata chiusa la rete comunale e avviata comunicazione interna e ad altri clienti. I servizi del Comune non sono stati compromessi, ma possono verificarsi alcuni disservizi agli sportelli, dovuti a misure cautelative di contrasto alla diffusione del malware. Si rassicurano gli utenti che nessun dato personale è stato compromesso e che sono disponibili i backup», aggiunge il Comune annunciando che «nelle prossime ore saranno fornite informazioni puntuali circa i tempi di ripristino». 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 15 Novembre 2021, 18:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA