Assalto al bus degli ultrà: sassi e tifoso investito, terrore in tangenziale

Bari, assalto al bus degli ultrà del Brescia: sassi e tifoso investito, terrore in tangenziale

Assalto a Bari al bus dei tifosi del Brescia diretti a Lecce. Sconosciuti, probabilmente tifosi del Bari, hanno lanciato pietre contro due bus di tifosi bresciani, diretti allo stadio di via del Mare per la partita di calcio Lecce-Brescia match clou di serie B che si disputa stasera dalle 21, che erano bloccati sulla tangenziale di Bari a causa del traffico provocato da due incidenti. Dopo la sassaiola un tifoso bresciano 50enne è stato portato in ospedale per accertamenti perché era in stato di agitazione dopo essere caduto.

Emiliano Sala, le foto del cadavere diffuse su Twitter. «Irruzione choc nell'obitorio»

Si sta verificando se sia caduto scendendo dall'autobus, oppure, come raccontato da alcuni testimoni, se sia stato investito da un'auto di passaggio o da uno dei mezzi con a bordo i tifosi del Bari che si sono dileguati dopo aver lanciato i sassi. Il fatto è accaduto intorno alle 18.30 sulla SS 16 all'altezza dello svincolo di Poggiofranco. In quel momento i bus dei tifosi del Brescia erano fermi nel traffico, mentre proprio da quella uscita della tangenziale arrivavano le auto dei tifosi del Bari dopo la partita vittoriosa al San Nicola e i festeggiamenti per la promozione in serie C. Stando a quanto ricostruito dalla Digos di Bari, alcuni ultras baresi, dopo aver riconosciuto i tifosi bresciani, sarebbero scesi dalle auto, forse tre, e avrebbero iniziato a lanciare sassi contro uno dei mezzi. A quel punto, sentendosi attaccati, i tifosi bresciani sarebbero scesi in massa dai bus per reagire e difendersi ma gli autori della sassaiola erano già andati via. Sul posto, in quel momento, passava anche una pattuglia dei Carabinieri che è intervenuta. I bus bresciani hanno quindi ripreso il viaggio verso Lecce, tranne il 50enne portato in ospedale.

Ultimo aggiornamento: Domenica 28 Aprile 2019, 23:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA