Arianna, tetraplegica per un errore medico: «Svolta sul risarcimento». L'annuncio dell'avvocato

Arianna, tetraplegica per un errore medico: «Svolta sul risarcimento». L'annuncio dell'avvocato

Eleonora Daniele a Storie Italiane torna a parlare di Arianna Manzo. La bambina, oggi 15enne, che a 3 mesi fu resa tetraplegica, sorda e ipovedente a causa della errata somministrazione in ospedale di un farmaco. Un errore medico riconosciuto dalla legge che ha condannato l'ospedale Cardarelli a un risarcimento di oltre 3 milioni di euro.

 

Leggi anche > Gf Vip, Patrizia Pellegrino choc sulla morte del figlio: «Non l'ho neanche potuto salutare»

 

Purtroppo però il mancato pagamento dell'azienda ha portato la famiglia a ricevere una cartella esattoriale da parte dell'Agenzia delle entrate che chiedeva proprio a loro tale cifra. Dopo tanti anni però, come spiega la conduttrice in diretta insieme al legale della famiglia, arriva una vittoria. L'avvocato Cicchetti racconta che si è tenuta una riunione nella direzione generale del Cardarelli, in cui l'azienda ha mostrato l'intenzione di avviare una transazione, ma, precisa: «Adesso occorrerà formalizzare». Il legale aggiunge anche che c'è stato un impegno politico nella vicenda e che il presidente della Regione Campania ha ribadito la disponibilità e ha inviato un mandato politico.

 

L' avvocato Cicchetti spiega che il prossimo step è di formalizzare quanto detto, appunto, perché finalmente la famiglia abbia quello che spetta loro per le cure di Arianna: «Ho specificato che non sorvoleremo sul danno quantificato dal primo grado, ad oggi, periodo in cui le condizioni dell bambina sono peggiorate, come affermato dagli stessi medici che lavorano in quell'ospedale. Vogliamo che le venga riconosciuto il risarcimento per intero, una somma che le consenta di curarsi come non si è curata in questi anni e che possa essere una garanzia per il suo futuro».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 26 Novembre 2021, 14:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA