Aperitivi negazionisti, la Torteria di Chivasso messa sotto sequestro. La titolare dà in escandescenza contro gli agenti

Aperitivi negazionisti, la Torteria di Chivasso messa sotto sequestro. La titolare dà in escandescenza contro gli agenti

Addio agli aperitivi negazionisti alla Torteria di via Orti a Chivasso. Dopo settimane di happy hour e assembramenti senza mascherine, stamattina carabinieri, polizia e vigili urbani - su richiesta della Procura di Ivrea - hanno posto sotto sequestro il locale, sede di continue violazioni alle norme anti Covid e di numerosi "aperitivi negazionisti". L'intervento delle forze dell'ordine ha scatenato la reazione della titolare che, come in altre occasioni, ha dato in escandescenza insultando i presenti.

 

La procura di Ivrea aveva aperto un procedimento penale sulla Torteria, in seguito alla segnalazione delle «ripetute e gravi violazioni delle norme anti Covid rilevate - ricorda la Prefettura di Torino in una nota - e del mancato rispetto delle conseguenti sanzioni amministrative, tra cui la sospensione dell'attività, comminate all'esercente e ai clienti del locale». Comportamenti, che, infrangendo le norme per la prevenzione della diffusione del contagio, «hanno comportato potenziali situazioni di rischio per la salute pubblica».

 

«Gli interventi sanzionatori di tali condotte, ora sottoposte al vaglio anche in sede penale, oltre ad assicurare il rispetto della legalità costituiscono un atto doveroso - prosegue la Prefettura - anche nei confronti dell'atteggiamento in grandissima parte responsabile e rispettoso delle disposizioni tenuto dagli operatori del settore nel territorio di Torino a fronte dei disagi sopportati in conseguenza delle restrizioni adottate per il contenimento del contagio». A seguito dell'esecuzione del sequestro e della chiusura dell'attività, il locale sarà consegnato al custode giudiziario nominato dall'autorità giudiziaria.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 6 Maggio 2021, 12:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA