Precipita nel vuoto mentre lavora: Andrea muore a 25 anni, era papà di due bimbi

Precipita nel vuoto mentre lavora: Andrea muore a 25 anni, era papà di due bimbi

Infortunio mortale questa mattina, 5 gennaio, a Tezze sul Brenta (Vicenza). Vittima un operaio di 25 anni, sposato e padre di due figli, che stava lavorando in via Sole 27, alla Fen Impianti in zona industriale-artigianale di Belvedere di Tezze. L'operaio, secondo i primi accertamenti, sarebbe precipitato dall'alto verso le 10.30. La caduta gli sarebbe stata fatale: di lì a poco è spirato per un grave trauma cranico. A nulla sono valsi i tentativi di rianimarlo del personale medico del Suem 118. Sul posto carabinieri e Spisal. La vittima è Andrea Soligo, 25 anni, di Vedelago (Treviso). Lavorava per la Veneta Impianti di Riese Pio X.

 

 

Marito e padre di due bimbi di 4 e 2 anni, Soligo era originario di Riese Pio X. Viveva a Vedelago con la moglie Giorgia, che aveva sposato nel 2019 e i due bimbi. Una famiglia felice. Fino a stamattina quando si è consumato il dramma. La morte di Andrea ha choccato l'intera comunità: «Una tragedia immensa che apre un nuovo anno dopo un 2021 che ha visto già moltissime vittime sul lavoro - afferma la sindaca Cristina Andretta -. Non ci sono parole: solo sgomento, cordoglio e dispiacere per la vittima, sua moglie, i figli piccolissimi e chi lo amava».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 5 Gennaio 2022, 17:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA