Fano, Anastasiia uccisa dall'ex marito: il video della fuga del killer

Abbandona furgoncino e va in stazione per partire per Bologna

Video

di Redazione web

I carabinieri hanno diffuso un video che documenta alcune fasi della fuga da Fano di Moustafa Alashrj, arrestato a Bologna per l'omicidio della ex moglie Anastasiia. Nel video, con immagini tratte dai sistemi di videosorveglianza, si vede Alashrj, un pasticcere con doppia nazionalità ucraina ed egiziana, alla guida di un furgoncino di colore rosso, entrare nel parcheggio di un supermercato a Fano dove abbandonerà il mezzo. Poi lo si vede di spalle, allontanarsi a piedi per raggiungere la stazione ferroviaria di Fano. L'ultima sequenza, infine, ritrae ancora l'indagato mentre raggiunge l'ingresso della stazione dove salirà a bordo di un treno diretto a Bologna.

Uccisa dall'ex marito: il video della fuga del killer

 

Nel capoluogo è stato poi fermato. Alashrj, 42 anni, e Anastasiia, ucraina, 23 anni, erano arrivati a Fano a marzo, dopo l'inizio della guerra in Ucraina, insieme al figlioletto di 2 anni. Avevano trovato lavoro, lei come cameriera in un ristorante, lui come pasticcere. Il matrimonio però era sempre più conflittuale: Anastasiia si era rifugiata con il figlio a casa di un amico e l'11 marzo aveva denunciato il marito ai carabinieri per maltrattamenti in famiglia, facendo scattare il codice rosso. Il 13 novembre però era tornata a casa per riprendere alcuni effetti personali, e da lì si erano perse le sue tracce.

 

L'amico si era rivolto ai carabinieri, che hanno immediatamente avviato le ricerche dell'ex marito, fermato a Bologna. Aveva dato alcune indicazioni che hanno permesso di ritrovare il cadavere con segni di coltellate, chiuso in un trolley nelle campagne fanesi. Una borsa contente vestiti di Anastasia, un coltello e un taglierino, era stata ritrovata in un'altra località in campagna. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori del Reparto Operativo del Comando provincia dei carabinieri di Pesaro Urbino, Alashrj aveva trasportato il corpo e l'altra borsa con il furgoncino dell'azienda per cui lavorava, unico veicolo a sua disposizione, e poi lo aveva lasciato nel parcheggio, prima di andare in stazione.


Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Novembre 2022, 16:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA