Allenatore di calcio muore d'infarto: il cuore di Antonello si ferma durante gli allenamenti

Allenatore di calcio muore d'infarto: il cuore di Antonello si ferma durante gli allenamenti

Una città in lacrime. Il mondo del calcio sardo piange Antonello Campus, 53 anni, di Sassari, allenatore della juniores dell'Usinese. Antonello è morto d'infarto intorno alle 20 di ieri sera, dopo essersi accasciato all'improvviso sul campo verso la fine dell'allenamento. Inutili i soccorsi, avvenuti tempestivamente grazie all'ausilio dei sanitari presenti allo stadio. Prima i massaggi cardiaci, poi il defibrillatore, ma Antonello non dava segni di vita. Pochi minuti dopo è arrivata un'autoambulanza medicalizzata. Il personale ha tentato di tutto per rianimarlo, ma il cuore dell'allenatore non si è più ripreso e alla fine non si è potuto fare altro che constatarne il decesso.

 

Donna scende in piazza e bestemmia ogni volta che suonano le campane della chiesa. Il parroco: «Vicini scandalizzati»

 

Tra la disperazione di giocatori e dirigenti presenti. Campus lascia la moglie Alessandra e il figlio Federico, giovane e promettente difensore dell'Atletico Uri in serie D. Grande appassionato di calcio, patentino UEFA B e C, apprezzato istruttore giovanile, aveva iniziato da qualche settimana la collaborazione con l'Usinese calcio, come sempre con grande entusiasmo e professionalità. La sua improvvisa e prematura scomparsa ha destato profondo cordoglio in tutto l'ambiente sportivo della provincia, in cui Campus era molto stimato, anche per le sue grandi qualità umane.

 

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 28 Settembre 2021, 09:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA