Alitalia, la compagnia consiglia ai passeggeri di «portare solo il bagaglio a mano»

Alitalia, la compagnia consiglia ai passeggeri di «portare solo il bagaglio a mano»

L'annuncio sui social: niente bagagli in stiva. Clienti furiosi sui social

Il caos intorno ad Alitalia acquista contorni inquietanti. Mentre la nuova compagnia Ita, che inizierà ad operare il 15 ottobre prossimo, continua - non senza difficoltà - la trattativa con i sindacati per il nuovo corso, la vecchia Alitalia con un annuncio sui social si spinge a suggerire ai suoi passeggeri di evitare di viaggiare con un bagaglio da portare in stiva, e di imbarcarsi solo con un bagaglio a mano.

 

Leggi anche > Milano, truffa su finti «microquadri» di Leonardo: 200 clienti raggirati. Arrestate due persone

 

Il motivo? La sostanziale incapacità di garantire che i bagagli arrivino a destinazione. L'annuncio è arrivato sui social poco prima delle 23 di ieri sera, lunedì 21 settembre, dopo alcuni disservizi a Roma Fiumicino legati alle tensioni tra i dipendenti. «A causa delle riunioni sindacali di categoria che si stanno tenendo in queste ore vi informiamo che nei prossimi giorni si potrebbero verificare dei ritardi nell’erogazione dei servizi Alitalia», scrive Alitalia su Facebook e Twitter. 

 

 

«Consigliamo ai passeggeri di presentarsi all’imbarco con un solo bagaglio a mano delle dimensioni consentite per contenere i tempi di attesa per la riconsegna a destinazione». L’azienda aggiunge poi le proprie scuse «per gli eventuali disagi procurati»: negli ultimi giorni, spiega il Corriere della Sera, molti passeggeri hanno denunciato di non aver ricevuto il proprio bagaglio sul nastro di riconsegna in aeroporto. In poche parole: l'aereo atterra, gli addetti non scaricano i bagagli perché assenti per via delle manifestazioni, e l'aereo riparte con i bagagli ancora a bordo.

 

 

Una settimana fa era stata l'Enac a premere su Alitalia affinché informasse i passeggeri di eventuali disguidi nella gestione delle valigie, e suggeriva di limitare l'imbarco stesso dei bagagli da stiva. Ieri Alitalia ha recepito il suggerimento. E i passeggeri che sono incappati nei disagi, ora potrebbero chiedere - secondo le regole europee - risarcimenti fino a 1.300 euro. Le richieste dovrebbero però essere presentate ad un'azienda che il 14 ottobre smetterà di volare: una problematica non da nulla. E sui social, sotto i tweet di Alitalia, esplode la rabbia degli utenti: «Ritardo nei servizi? Ma se non avete servizi, siete una vergogna, ridate indietro tutti i soldi dei biglietti cancellati», scrive un cliente. «Sono due mesi che aspetto il rimborso per una valigia lasciata in aeroporto a Parigi per un volo Parigi-Roma - scrive un cliente francese - Non ho ancora ricevuto niente». «Non ci sono parole appropriate per questa piattaforma per dire quanto vi odio», scrive un altro.


Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Settembre 2021, 15:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA