Alice Scagni uccisa a 34 anni dal fratello: non era la prima lite. Si indaga sui messaggi social

L'omicidio domenica sera nel quartiere Quarto di Genova, sotto agli occhi del marito della vittima

Alice uccisa a 34 anni dal fratello: non era la prima lite. I messaggi social

Quella della scorsa sera non sarebbe stata la prima lite tra Alice Scagni, la donna di 34 anni uccisa in strada a Quinto (Genova), e il fratello Alberto, 40. L'uomo, disoccupato, aveva già discusso animatamente con la sorella e i rapporti tra i due erano tesi. Secondo le prime informazioni pare che l'uomo fosse anche seguito per problemi pisichici. Scagni è stato portato in questura dove gli investigatori della squadra mobile lo stanno interrogando insieme al pubblico ministero di turno.

Genova, lite in strada col fratello: donna di 34 anni uccisa a coltellate

Alice Scagni e il fratello Alberto nel giorno del suo matrimonio

L'omicidio è avvenuto nella serata di domenica. Secondo una prima ricostruzione Alice Scagni era scesa in strada in via Fabrizi per parlare con il fratello. Ne sarebbe nata una discussione al termine della quale Alberto Scagni avrebbe estratto un coltello e colpito la sorella. Alla scena ha assistito anche il marito della donna, che ha fornito agli uomini della volante giunta sul posto - chiamata dai vicini spaventati dalle grida - la descrizione del cognato che è poi stato individuato nel quartiere di Quarto.

 

I messaggi su Facebook

Secondo alcuni testimoni, Alberto Scagni stava attraversando un periodo difficile. Al vaglio degli inquirenti ora ci sono anche alcune conversazioni pubblicate dal 40enne su Facebook in cui appare turbato. 

Il messaggio di Toti

«Genova si sveglia nel dolore con la notizia dell'uccisione di Alice, una giovane mamma di 34 anni accoltellata a morte dal fratello a Quinto. L'omicida è stato fermato dalle forze dell'Ordine. Un ennesimo e drammatico femminicidio». Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti commenta via Fb l'omicidio di Alice Scagni, accoltellata sotto casa durante una lite. «La città e la Liguria si stringono intorno alla famiglia di Alice, che lascia un marito e un bimbo piccolo. A loro va il mio pensiero e quello di tutta la comunità», rimarca Toti.


Ultimo aggiornamento: Martedì 3 Maggio 2022, 17:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA