Alessandro Benetton a Verissimo racconta il dramma del Ponte Morandi: «Avremmo dovuto scusarci subito»

Alessandro Benetton a Verissimo racconta il dramma del Ponte Morandi: «Avremmo dovuto scusarci subito»

di Ida Di Grazia

Alessandro Benetton racconta a Verissimo il dramma del Ponte Morandi: «Avremmo dovuto chiedere subito scusa anche se ...». L'imprenditore ospite sabato pomeriggio da Silvia Toffanin in occasione dell’uscita del suo libro ‘La Traiettoria’ (disponibile dal prossimo 10 maggio).

Alessandro Benetton, ospite sabato 7 maggio a Verissimo ripercorre i suoi 58 anni di vita e torna a parlare anche della tragedia del ponte Morandi in cui 43 persone hanno perso la vita: «Ho avuto l’occasione di dire che un dramma così peserà per sempre sulla nostra famiglia. Avremmo dovuto chiedere subito scusa anche se in realtà c’era solo un membro della famiglia all’interno di un consiglio di un’azienda in cui avevamo il 30%. L’unica cosa che posso fare con ancora più forza è esprimere per sempre la più sentita vicinanza a tutti quelli che hanno subito delle perdite o dei danni da quell’episodio».

Nel libro, l’imprenditore dedica alcune pagine anche a suo padre, Luciano Benetton: «Con mio papà ho un rapporto fantastico, frutto anche di una maturità reciproca avvenuta nel tempo. Sicuramente non è mai stato uno dai grandi abbracci, però poteva conquistarsi una simpatia attraverso strumenti economici ma questa cosa non l’ha mai fatta, né con me né con i miei fratelli».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 6 Maggio 2022, 17:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA