Alessandra Matteuzzi uccisa dall'ex, insulti choc sui social dopo la morte. La famiglia denuncia gli haters

La donna, vittima dell'ex compagno, è stata duramente criticata per il suo aspetto fisico e per il divario di età con il fidanzato accusato di stalking

Alessandra Matteuzzi uccisa dall'ex, insulti choc sui social dopo la morte. La famiglia denuncia gli haters

Alessandra Matteuzzi la 56enne uccisa a Bologna dall'ex compagno, il calciatore 27enne Giovanni Padovani, è stata insultata sui social dopo il femminicidio. Gli hater hanno commentato in modo aggressivo e violento l'aspetto fisico della donna, il suo modo di vestire e il divario di età con il compagno. Accuse che hanno sconvolto la famiglia della 56enne che ha deciso di procedere legalmente.

Leggi anche > Star di TikTok da un milione di followers accoltella il fidanzato e si vanta: «Sono la peggiore»

Leggi anche > Il marito sorride durante la lite, lei lo soffoca con un cuscino poi tenta il suicidio

 

Secondo quanto riportato da il Resto del Carlino, i reati ipotizzati sono diffamazione e, in alcuni casi, incitamento all'odio. «In generale, ci vorrebbe rispetto per chi non c'è più, ma bisogna che le persone comprendano anche che non ci si può comportare sui social come se ci si trovasse in un saloon del Far West e che dovranno rispondere delle loro azioni, cui come sempre corrisponde una reazione adeguata», ha spiegato l'avvocato Chiara Rinaldi che rappresenta la famiglia di Alessandra.

La Matteuzzi sarebbe stata uccisa dal 27enne ex compagno che ora si trova in carcere a Bologna. Dopo che i due si erano lasciato il calciatore avrebbe iniziato a perseguitarla fino a spingere la donna a denunciarlo per stalking. Nonostante avesse preso provvedimenti legali contro di lui però non erano stati attuati provvedimenti restrittivi nei confronti del giovane, fino a quando non si è consumata la tragedia.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 12 Settembre 2022, 12:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA