Alberto Matano, l'infettivologo Bassetti: «I nuovi focolai? Qualcuno vuole fare terrorismo, i casi sono meno gravi»

di Emiliana Costa
Alberto Matano, l'infettivologo Matteo Bassetti: «I nuovi focolai? Qualcuno vuole fare terrorismo, i casi sono meno gravi». Oggi, il direttore della Clinica Malattie Infettive dell'Ospedale San Martino è stato ospite in collegamento a Vita in Diretta per commentare la notizia sui nuovi focolai covid, quello di Mondragone e quello di Bologna nella sede di Bartolini. In collegamento anche Massimo Ciccozzi, l'epidemiologo dell'Università Campus Bio-Medico di Roma.

Leggi anche > Pierluigi Diaco allibito a 'Io e Te': operai "interrompono" la diretta con trapano e martello

«Qualcuno vuole fare terrorismo - dice Bassetti - tamponi positivi non vuol dire essere malati. Bisogna valutare la carica virale e adesso spesso è molto bassa. I ricoverati possono presentare dei sintomi, ma non è detto che siano in terapia intensiva. Bisogna spiegarli i dati, tranquillizzare le persone. Più della mascherina, l'imporante è il distanziamento sociale. Ci vuole un altro po' di pazienza, ma bisogna stare tranquilli».



Della stessa opinione, Ciccozzi che conclude: «Il virus sta facendo il suo naturale corso di adattamento a noi. Non fare terrorismo».
Ultimo aggiornamento: Venerdì 26 Giugno 2020, 06:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA