Affidano la figlioletta di 10 anni allo zio 19enne: lui la violenta e la minaccia. «Non dire niente»

La piccola, che era sotto choc, per molto tempo non ha raccontato nulla. Soltanto dopo, avrebbe confidato tutto alla mamma tutto.

Affidano la figlioletta di 10 anni allo zio 19enne: lui la violenta e la minaccia. «Non dire niente»

Affidavano la figlia allo zio 19enne, che viveva con loro, per andare a lavoro. Ma, in quei momenti, il ragazzo abusava e minacciava la bambina, che all'epoca aveva 10 anni. Si è concluso con il rito abbreviato il processo al filippino di 19 anni, già arrestato a settembre dello scorso anno dai carabinieri con la terribile accusa di violenza sessuale aggravata ai danni di una persona che non aveva ancora compiuto 14 anni. 

Leggi anche > Anziana uccisa in casa, arrestata la figlia: è accusata di omicidio volontario

La storia agghiacciante si è verificata a Modena e, a comunicarlo, è Il Resto del Carlino. La vittima aveva 10 anni quando è stata ripetutamente abusata dallo zio. A lui vengono contestati diversi episodi di abusi sessuali: il ragazzo, approfittando dell’assenza dei genitori della bambina, l’avrebbe stuprata più volte, imponendole il silenzio.

La piccola, che era sotto choc, per molto tempo non ha raccontato nulla. Soltanto dopo, avrebbe confidato tutto alla mamma tutto. I genitori della bimba a quel punto si sono rivolti ai carabinieri, che dopo le dovute indagini, hanno arrestato il 19enne, che in più occasioni aveva abusato sessualmente della nipotina.

Dalle prime indagini è emerso che i fatti erano chiari e costituivano inequivocabili prove di colpevolezza per il ragazzo. Ora, il 19enne è ancora in carcere e la difesa ha chiesto per lui una misura cautelare alternativa.

La bambina non è stata ritenuta in grado di deporre – dopo la necessaria perizia  perchè «emotivamente fragile e ancora sotto choc per le terribili violenze».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 7 Luglio 2022, 22:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA