Auto a benzina e diesel, l'addio deciso dall'Ue nel 2035. Salvini: «Una follia, un regalo alla Cina»

Dopo tante trattative e frenate brusche, ecco l'accordo che arriva da Bruxelles: arriva lo stop alle vendite di nuove auto a benzina e diesel

Auto a benzina e diesel, l'addio deciso dall'Ue nel 2035. Salvini: «Una follia, un regalo alla Cina»

Il Parlamento e Consiglio europeo hanno trovato un accordo: l'Europa si prepara a dire addio alle auto a diesel e benzina. Dal 2035, infatti, non saranno più vendute automobili con motore a combustione. La misura è parte del pacchetto Fit for 55, che ha l'obiettivo di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, e il via libera arriva dopo lunghe trattative e frenate.

Leggi anche > Auto elettrica, quando conviene e quando no. Ma i costi salgono: «+161% rispetto a un anno fa»

Dai contrari all'accordo

 

Non tutti all'interno del Parlamento europeo erano a favore della drastica decisione. Il Partito popolare europeo, ad esempio, si è sempre espresso in modo contrario, affermando che in tal modo si stia sbarrando la strada al progresso tecnologico in un settore importantissimo per l'economia europea. Dall'altro canto, però, quello dell'automotive è anche uno dei settori più inquinanti e proprio per questo motivo il provvedimento sulle auto è stato centrale nel percorso anti inquinamento e di abbattimento delle emissioni

Cosa prevede l'accordo?

Come spiegato dal comunicato di Bruxelles, si prevede una riduzione delle emissioni di Co2 per le nuove auto del 55% (e del 50% furgoni), rispetto ai livelli del 2021, entro il 2030. E poi una riduzione del 100%, quindi lo stop totale, entro il 2035. «Questo accordo aprirà la strada a un’industria automobilistica moderna e competitiva nell’Unione europea. Il mondo sta cambiando e noi dobbiamo rimanere all’avanguardia nell’innovazione. Credo che possiamo trarre vantaggio da questa transizione tecnologica. La tempistica prevista rende gli obiettivi raggiungibili anche per le case automobilistiche», ha sottolineato Jozef Síkela, il ministro ceco dell’Industria e del Commercio, parlando per la presidenza di turno Ue.

Stop alla vendita

A partire dal 2035, quindi, non saranno più vendute nuove auto a benzina o diesel. E già dal 2026, la Commissione europea sarà chiamata a valutare i progressi fatti e potrà riesaminare gli obiettivi tenendo conto anche dell'andamento degli sviluppi tecnologici e della sostenibilità di una transizione che si preannuncia epocale.

Salvini: «Una follìa, un regalo alla Cina»

«Auto a benzina, diesel e metano fuorilegge in Europa dal 2035? Un errore, un regalo alla Cina: fabbriche e negozi chiusi in Italia e in Europa, operai e artigiani senza lavoro e stipendio, e dipendenza a vita dalla Cina». Lo scrive in un tweet il vicepremier e ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, sottolineando che «la Lega in Europa farà di tutto per fermare questa follia».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 28 Ottobre 2022, 20:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA