I genitori muoiono di covid in due mesi: figlia uccisa da un cancro fulmimante qualche settimana dopo
di Diego Degan

Chioggia, i genitori muoiono di covid in due mesi: figlia uccisa da un cancro fulmimante qualche settimana dopo

Tre morti nella stessa famiglia, i due genitori e una figlia, in poco più di due mesi: una sequenza di lutti così travolgente che qualcuno, in città, quasi non ci crede. Adalisa Dario, 53 anni, è morta venerdì, colpita da un cancro fulminante che l'ha uccisa nel giro di poche settimane. Suo padre, Sergio, era morto il 31 gennaio, a 79 anni, all'ospedale di Dolo, e sua mamma, Giuliana (detta Bruna), 74 anni, lo aveva seguito, appena quindici giorni dopo, dall'ospedale di Chioggia (Venezia).

 

Entrambi erano stati ricoverati per Covid ma Giuliana, apparentemente, ne era uscita: negativizzata ma, ormai, con il fisico, probabilmente, compromesso dalla malattia e la perdita del marito era stata un'aggravante per le sue condizioni di salute. Le due morti aveva suscitato, in città, forte emozione, sia per le circostanze in cui erano avvenute, sia per il forte legame affettivo tra i due coniugi che moltissimi avevano avuto modo di constatare, anche perché Sergio, che aveva lavorato come infermiere per molti anni all'ospedale di Chioggia, era molto conosciuto. Ai numerosi messaggi di cordoglio su facebook, era stata la stessa Adalisa a rispondere.

 

«I miei genitori aveva scritto - erano stimati e amati da tutti, purtroppo la vita ci ha messo a dura prova ma noi quattro fratelli saremo uniti come papà e mamma ci hanno insegnato. Voglio dirvi che la vita è un soffio di vento, vivetela come l'hanno vissuta i miei genitori, seminando amore». 


IL DOLORE DEI FRATELLI

In quel momento Adalisa non sapeva nulla del destino che l'attendeva e oggi, a scrivere il suo epitaffio, tra i tanti messaggi di vicinanza, è il fratello Christian: «Dopo papà e mamma ci hai abbandonato anche tu, sorella mia. Mi mancherai tantissimo, mi mancheranno le nostre telefonate, le nostre risate. Ti voglio un bene immenso Isa. Un giorno ci abbracceremo ancora. Abbraccia papà e mamma da parte mia». Un altro fratello, Alberto, la ricorda così: «Sorella mia, oggi sei volata in cielo anche tu, assieme a mamma e papà. Proteggi tutti noi». La morte di Adalisa segue di un solo giorno quella di un'altra giovane donna, Debbie Lynn Carter, anche lei uccisa da un tumore, a soli 41 anni. Una serie di coincidenze a cui la comunità non riesce a trovare spiegazione. Adalisa lascia il marito, il figlio e i fratelli, Marco, Christian e Alberto. I funerali si svolgeranno a Borgo San Giovanni, martedì 6, alle 15, nella chiesa di San Giovanni Battista.


Ultimo aggiornamento: Domenica 4 Aprile 2021, 16:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA