Accoltellarono un giovane senza motivo: presi due 17enni. La vittima fu ridotta in fin di vita

Accoltellarono un giovane senza motivo: presi due 17enni. La vittima fu ridotta in fin di vita

VERONA - Hanno accoltellato più volte e senza alcuna ragione un 28enne di Bardolino, in provincia di Verona lasciandolo sanguinante a terra. Per questo motivo due minorenni sono stati arrestati dai carabinieri di Peschiera del Garda con l'accusa di tentato omicidio in concorso e porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere in concorso. I fatti risalgono alla notte dell'11 settembre scorso.

 

Gli aggressori

I due aggressori sono un 17enne di Castelnuovo del Garda, incensurato, ed un coetaneo di Peschiera del Garda, con precedenti per reati contro il patrimonio e contro la persona. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la vittima aveva chiesto poco prima ai due minorenni informazioni generiche su alcuni locali di Peschiera del Garda. Dopo questo primo incontro, aveva iniziato nelle vicinanze una conversazione con alcune turiste straniere. In quel momento, però, è stato raggiunto dai due minorenni che, senza plausibile motivo, lo hanno spintonato intimandogli di andarsene.

Violenza inaudita

Proprio mentre stava per rialzarsi, lo hanno colpito con alcuni calci, poi uno dei due ragazzi ha estratto un coltello sferrando ripetuti colpi al corpo mentre l'altro lo teneva per il collo. I due aggressori, successivamente, si sono allontanati non prima di avere detto alla vittima «adesso controllati il sangue ed è meglio che te ne vai». In ospedale l'uomo è stato immediatamente sottoposto ad intervento chirurgico e successivamente trasferito in terapia intensiva. I due aggressori, in particolare, lo avevano pugnalato due volte all'addome e una coltellata, la più profonda e per poco letale, al torace colpendo il fegato, il diaframma e il polmone destro. I Carabinieri hanno così avviato le indagini e dopo una verifica dei filmati del sistema di videosorveglianza del comune, sono riusciti a identificare la coppia di minorenni. Il Tribunale per i Minorenni di Venezia ha chiesto e ottenuto l'emissione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere di entrambi i ragazzi che sono stati trasferiti nella struttura di Treviso.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Ottobre 2021, 12:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA