Pisa, accoltella un uomo in un bar e fugge, fermato. Aveva urlato: «Vi ammazzo tutti»

L'aggressione apparentemente senza motivo

Accoltella un uomo in un bar e fugge, fermato. Aveva urlato: «Vi ammazzo tutti»

Aggressione con un coltello, in un bar di Pisa, oggi pomeriggio. Un uomo di 65 anni è ricoverato in gravi condizioni in ospedale dopo essere stato accoltellato da un 57enne che, dopo il ferimento, era scappato ma è stato fermato dalla polizia e portato in Questura.

Leggi anche > Ragazza incinta picchiata e stuprata dal compagno: «Ti taglio la pancia e tiro fuori il bambino»

Il ferimento dell'uomo, italiano come il suo aggressore, è avvenuto intorno alle 17 in un contesto ancora poco chiaro. L'aggressione, infatti, sarebbe totalmente immotivata. Il ferito è stato raggiunto da una coltellata al torace che gli ha perforato un polmone. L'aggressore è stato rintracciato dalla polizia mentre era in fuga ancora armato e ha gettato il coltello solo dopo che gli agenti sono scesi da una Volante puntandogli contro il taser. A quel punto lo hanno bloccato e condotto in questura: si tratta di un pisano di 57 anni, con un precedente di polizia specifico.

Secondo quanto ricostruito finora dalla polizia, l'aggressore intorno alle 17 ha fatto irruzione nel bar armato di coltello e senza apparenti motivi ha iniziato a gridare frasi tipo: «Vi ammazzo tutti!». La barista si è riparata dietro al bancone e ha avvertito la polizia, mentre il cliente rimasto ferito è uscito dal locale e all'esterno è stato raggiunto dall'uomo armato che lo ha colpito alle spalle. Anche per l'altro precedente, per il quale era stato denunciato, l'aggressore non avrebbe avuto motivi per farlo. L'uomo è tuttora in questura in attesa di disposizioni del pm di turno, Sisto Restuccia. Rischia l'accusa di tentato omicidio.


Ultimo aggiornamento: Sabato 4 Giugno 2022, 21:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA