Accende un fuoco per scaldarsi, esplode il camper: arrestato

Accende un fuoco per scaldarsi, esplode il camper: arrestato

Il 38enne senza fissa dimora, in preda al panico, si era allontanato senza avvertire le forze dell'ordine

Accende un fuoco per scaldarsi, ma per sbaglio fa esplodere un camper. I carabinieri hanno arrestato un uomo di 38 anni, senza fissa dimora di origine tunisina, accusato di incendio colposo per avere provocato il rogo e poi l'esplosione di un camper ieri sera nella periferia di Bologna.

 

Leggi anche > Positivi al covid e intrappolati alle Maldive, la vacanza incubo di Sofia e Matteo: «Abbandonati in una stanza sporca» ESCLUSIVA

 

Le fiamme e lo scoppio hanno seriamente danneggiato anche quattro auto parcheggiate nei pressi, annerito la facciata del palazzo vicino e fatto saltare i vetri di alcune case.

 

Secondo quanto ricostruito, il 38enne alloggiava da qualche giorno nel camper di proprietà della ex fidanzata, che glielo aveva prestato perché avesse un posto dove dormire. Ieri sera avrebbe acceso un braciere all'esterno per riscaldarsi, poi lo ha portato dentro il mezzo dove, dopo avere bevuto alcuni alcolici, e si è addormentato.

 

Mentre dormiva, le fiamme si sono estese all'intero camper. L'uomo è riuscito a scappare in tempo, prima che il veicolo saltasse in aria, e si è allontanato, a quanto pare senza dare l'allarme. Sono stati i residenti della zona ad avvisare il 112 e vigili del fuoco, che hanno provveduto a spegnere l'incendio. L'uomo è stato rintracciato poco lontano dai carabinieri. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 5 Gennaio 2022, 15:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA