Abusi al maneggio, il testimone a Storie Italiane: «Per il titolare qualcosa c'è stato ma l'hanno ingigantito»

Abusi al maneggio, il testimone a Storie Italiane: «Per il titolare qualcosa c'è stato ma l'hanno ingigantito»

Il proprietario della struttura sarebbe stato a conoscenza dell'accaduto, ma non ha allontanato il soggetto dopo la prima denuncia

Storie Italiane torna a occuparsi del caso degli abusi al maneggio e raccoglie la testimonianza di una persona che racconta cosa è accaduto dopo la prima denuncia. Il titolare era consapevole, ma non ha allontanato il ragazzo sospettato di aver abusato dei bambini che prendevano lezioni di equitazione. C'era un rapporto di amicizia con la sua famiglia secondo le persone ascoltate.

 

Leggi anche > Storie Italiane, troupe derubata nel campo in cui si trovava l'auto di Giacomo Sartori: «Danno da 30mila euro»

 

Storie Italiane, la testimonianza

 «Il proprietario diceva che qualcosa era successo, ma che era stato ingigantito dalle famiglie», spiega il testimone alludendo alla posizione del titolare. «Doveva lasciarlo a casa e non l'ha fatto lo ha tenuto per compassione. Doveva lasciarlo subito quando è successa la prima volta. Si poteva evitare». 

 

Storie Italiane, il racconto di una mamma

«Ferisce, tutti sapevano, tutti vedevano. Mia figlia spesso scappava dalle grinfie di questo soggetto, io sono stata ammonita dalle istitutrici che dicevano che la mia bambina correva  e si nascondeva sotto al tavolo», ha aggiunto la mamma di una bambina. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 28 Settembre 2021, 18:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA