Abu, il migrante e l'integrazione grazie al calcio: la sua storia commuove Totti

Abu, il migrante e l'integrazione grazie al calcio: la sua storia commuove Totti

Una storia drammatica con un lieto fine grazie allo sport, in grado di far commuovere uno come Francesco Totti. "'Il calcio unisce le persone. Questo è quello che amo di questo gioco'. Condivido in pieno le parole di Abubacarr e gli auguro il meglio per il futuro". Dal Gambia all'Italia, sfuggendo alla fame e alle violenze, per poter vivere il futuro.



La storia del migrante Abu raccontata dalla campagna Uefa #Equalgame, commuove l'ex Capitano della Roma Francesco Totti, che su Twitter rilancia il video con il racconto del giovane fatto di tragedia ma anche di integrazione e speranza grazie al calcio.
"Quando sono arrivato in Sicilia non avevo scarpe - racconta Abubacarr -. Qui la gente mi ha dato dei vestiti e l'aiuto che non ho avuto in Gambia. Sono felice quando gioco a calcio. All'inizio non conoscevo nessuno, ma giocare a pallone mi ha aiutato a conoscere le persone. Sarò sempre grato alla Sicilia".
 

Venerdì 19 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 08:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME