Roma, addio Schick: ora punta Moise Kean
di Francesco Balzani

Roma, addio Schick: ora punta Moise Kean


Una scommessa persa, e una tutta da valutare. La Roma si appresta a salutare definitivamente Patrik Schick.  E’ sempre più vicino, infatti, il riscatto da parte del Lipsia che ha deciso di puntare sul ceco - capace di risollevarsi dopo un inizio difficile - e letteralmente innamorato della Bundesliga dopo i fallimenti italiani in maglia giallorossa. Entro il 15 giugno il club tedesco riscatterà l’attaccante anche se ci sono da limare ancora alcuni dettagli sulla modalità di pagamento.
Inizialmente il Lipsia aveva chiesto un grosso sconto vista la situazione economica in piena pandemia. La Roma, però, non intende fare regali dato il bilancio disastroso in vista del 30 giugno. Detto ciò, rispetto ai 29 milioni stabiliti un anno fa per il riscatto (più i 3,5 per il prestito), si potrà arrivare a 25 milioni. A patto di cambiare le modalità e le tempistiche di pagamento: tutto subito, invece che in un anno e mezzo. La scommessa nuova potrebbe chiamarsi invece Moise Kean. Dopo Bonaventura, infatti, la Roma potrebbe chiudere un altro affare con Mino Raiola. L’ex juventino, dopo averne combinate di tutti i colori in Premier, è stato scaricato dall’Everton. 
La Roma ha offerto al club di Liverpool 2 milioni per il prestito con il diritto di riscatto fissato a 22 milioni. Gli inglesi vorrebbero però convertire il diritto in obbligo di acquisto. La soluzione potrebbe trovarsi a metà strada con l’obbligo di riscatto che scatterebbe tra due anni per favorire così il bilancio già gravato del club giallorosso. Speranze di cessione, infine, per pastore. L’Inter Miami sta facendo sul serio e la famiglia del Flaco è molto attratta dalla possibilità di andare a vivere in California. 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Maggio 2020, 19:15

© RIPRODUZIONE RISERVATA