Coronavirus, il virologo: «Siamo passati alla fase di diffusione autoctona del virus»

Coronavirus, il virologo: «Siamo passati alla fase di diffusione autoctona del virus»

«Siamo passati da una fase di importazione ad una di diffusione autoctona del virus, com'era avvenuto ad esempio in Veneto per la West Nile. È un salto importante». Lo dice il professor Giorgio Palù, ordinario di microbiologia e virologia all'Università di Padova, presidente uscente delle società europea e italiana di virologia.

«Adesso - prosegue - bisogna capire se questi rimarranno casi isolati o se si tratta di un'endemia, perlomeno in Lombardia e Veneto. La diffusione, come si è visto - aggiunge Palù - è anche nella fase asintomatica, e questa non è una novità per le infezioni trasmesse attraverso le vie aeree. Se proseguirà bisognerà assumere decisioni più drastiche, come l'isolamento».

«Finora c'erano 26 paesi tutti con casi di importazione del virus. Adesso cominciano i casi di focolai autoctoni, come avvenuto in Corea, in Iran e, da ultima, in Italia. Se proseguirà questa incidenza - conclude Palù - è chiaro che l'Oms dovrà dichiarare la pandemia».

Ultimo aggiornamento: Saturday 22 February 2020, 13:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA