Sanremo, Amadeus "appiattito" su talent e social generation. E spunta l'ipotesi lista allungata
di Marco Castoro e Rita Vecchio

Sanremo, Amadeus "appiattito" su talent e social generation. E spunta l'ipotesi lista allungata

Tutti ci aspettavamo i fuochi pirotecnici per l’edizione numero 70 del Festival di Sanremo. Al termine della scorsa kermesse in casa Rai già si diceva: «Vedrete che faremo l’anno prossimo, sarà un Festival celebrativo». A distanza di un anno, dando un’occhiata alla lista dei big che Amadeus ha fatto ingenuamente trapelare (dopo non essere riuscito a scovare la talpa all'interno del suo staff che ha spifferato i nomi dei cantanti a Chi) si può dire che di celebrativo ci sia ben poco. Proprio per mettere una pezza a quanto accaduto - visto che la polemica sta montando  e all'interno della Rai c'è un certo imbarazzo - non è da escludere che la sera della Befana, nel corso dei Soliti Ignoti, Amadeus decida di allungare la lista con altri due nomi di big in gara.

Per carità in lizza ci sono dei nomi che vanno per la maggiore, legati alla musica contemporanea e non anacronistica, basata su quegli interpreti che conquistano la vetta delle classifiche dei dischi più venduti. Amadeus ha preferito la musica più ascoltata, quella liquida di Spotify e più passata dalle radio a quella dei ricordi, ha preferito i figli dei talent ai cantanti di lunga milizia. Una lista di big che abbraccia un pubblico più attuale che sta sui social che esprime preferenze al televoto (sistema che si è svecchiato in questi ultimi anni).

Tuttavia, la sterzata di Amadeus ci va venire in mente Claudio Baglioni e il Festival dell’anno scorso. Il “dirottatore artistico”(come si è autodefinito) puntò molto sulla musica e sui giovani, abbracciando tutti i generi ma conservando la parte dedicata allo spettacolo televisivo. Perché la platea di Raiuno che guarda Sanremo è in larga parte over, seppure i giovani grazie ai loro beniamini e ai social sono in crescita.

L’anno scorso c’erano Ultimo, Il Volo, Simone Cristicchi, Francesco Renga, Daniele Silvestri, Nek, dive come Loredana Bertè, Patty Pravo, Paola Turci, Anna Tatangelo, Arisa a far compagnia ai divi dei giovani come Motta, Boomdabash, Briga, Irama, Achille Lauro, Ex Otago e altri. Amadeus ai telespettatori ha pensato di più con gli ospiti (Tiziano Ferro, Fiorello, Al Bano e Romina, Roberto Benigni tanto per fare qualche nome) che con i big in gara. Certo, se fosse riuscito a convincere Jovanotti… (scappato a gambe levate dopo aver annusato un'aria pesante).

LE DONNE – Per quanto riguarda le conduttrici ancora la squadra non è stata annunciata. Amadeus ha preso le sembianze di Penelope e continua a tessere. Paola Cortellesi e Chiara Ferragni non ci saranno. Rula in pratica non c’è mai stata.  Monica Bellucci sarà all’Ariston per una serata. Sicure invece le presenze di Diletta Leotta, Antonella Clerici, Emma D’Aquino (con lei ci dovrebbe essere pure l’altra conduttrice del Tg1 Laura Chimenti). Crescono le chances di vedere Vanessa Incontrada. E spunta l'allungamento della lista.


Ultimo aggiornamento: Martedì 7 Gennaio 2020, 08:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA