Ragazzina di 16 anni chiama l'amica: «Voglio suicidarmi». La polizia la salva appena in tempo

Ragazzina di 16 anni chiama l'amica: «Voglio suicidarmi». La polizia la salva appena in tempo

Ha chiamato l'amica confessandole di volersi suicidare, ma per fortuna è stata salvata appena in tempo dalla Polizia di Stato, che l'ha subito rintracciata. Protagonista una ragazzina italiana di 16 anni, che aveva telefonato ad un'amica manifestandole le sue intenzioni: gli agenti delle volanti della Questura di Siena, guidati dalla Sala operativa che ha ricevuto la chiamata al 113 e ha dato loro immediatamente l'intervento, l'hanno trovata seduta sul pilastro che sorregge una passerella pedonale su un ponte, in Strada di Pescaia, in lacrime.

Spara alla moglie e si suicida: lei sopravvive ma è gravissima. «Si erano separati da due mesi»

I due equipaggi si sono subito coordinati dividendosi. Mentre due poliziotti si sono fermati nella zona sottostante, sia per frenarne la caduta, nel caso in cui si fosse malauguratamente abbandonata nel vuoto, che per tranquillizzarla, parlandole, gli altri due si sono portati nella parte superiore che giunge in via Cesare Battisti, per avvicinarsi a lei. In un attimo, quindi, mentre le parlavano e la calmavano, distraendola, uno degli agenti da sopra l'ha afferrata per la felpa sorreggendosi al corrimano, con il collega vicino, pronto ad intervenire in caso di necessità.

Massaggi hard negli spogliatoi: «Ci palpeggiava». Allenatore accusato da sette atlete minorenni

La ragazza, appena messa in salvo, è stata identificata e poi accompagnata in questura, dove sono intervenuti i sanitari del 118 per le cure del caso. Nel frattempo, sono stati contattati i familiari nonché gli assistenti sociali che seguono già da tempo una difficile situazione di disagio della giovane. Una vera e propria tragedia sfiorata, grazie alla prontezza dell'amica che ha subito chiamato il 113, e degli agenti che sono intervenuti a tempo di record.

Lunedì 28 Gennaio 2019, 17:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA