Mamma sferra 20 coltellate al figlio di 15 anni: non voleva fare una passeggiata
di Walter Berghella

Mamma sferra 20 coltellate al figlio di 15 anni: non voleva fare una passeggiata

Il figlio minore si era rifiutato di fare una passeggiata con lei e la mamma si arma di coltello e prova a colpirlo in camera da letto, ma i fendenti raggiungono il materasso e poi l’armadio. In tutto una ventina di colpi. A Lanciano c’è un nuovo fronte di presunta grave violenza domestica che vede indagata una madre lancianese di 42 anni. Contro di lei il sostituto procuratore Francesco Carusi ha appena disposto l’avviso di chiusura delle indagini e presto la donna comparirà dinanzi al gup in veste di imputata con le accuse di minaccia e tentato delitto di lesioni personali, con le circostanze aggravanti di aver commesso il reato mediante l’utilizzo di un’arma e contro un discendente.

L’episodio sarebbe avvenuto il primo giugno scorso. Mentre la madre è in cucina a fare dei servizi decide che poi avrebbe fatto una passeggiata col figlio di 15 anni. Ma il ragazzo, che è sul letto nella sua camera da letto, le risponde che non ne ha affatto voglia. Il giovane sta infatti passando il suo tempo curando i suoi hobby preferiti e non ha proprio voglia di uscire. Al confermato diniego la donna prende un coltello da cucina e si precipita da lui; prima gli punta il coltello contro, dice l’accusa, poi inizia una serie di ripetuti colpi, una quindicina, che fortunatamente colpiscono il materasso del ragazzo provocando numerosi fori. Il ragazzo è infatti lestissimo a scansarsi ed evita così di essere colpito dai tanti fendenti scagliati dalla mamma. La donna è molto arrabbiata e alla fine colpisce anche un armadio e minaccia anche di colpire se stessa.
Ultimo aggiornamento: 20:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA