Un mistero avvolge la morte del piccolo Alessandro Elisei. Caccia ad un filmato su internet
di Emilio Orlando

Un mistero avvolge la morte del piccolo Alessandro Elisei: caccia ad un filmato su internet

Omicidio volontario e non incidente come era stato ipotizzato inizialmente. È questa la nuova ipotesi battuta dagli inquirenti per far luce sulla morte di Alessandro Elisei, il bambino di 11 anni morto annegato il 3 ottobre del 2016 in un canale di Bonifica a Maccarese. Dopo aver seguito diverse piste investigative, come quella del suicidio, sempre smentita con forza da Simona Righetti mamma di Alessandro Elisei e dell' incidente, a due anni di distanza dal tragico evento che sconvolse la cittadina del litorale romano, la procura di Civitavecchia ha riaperto il caso. Dall' esame di alcune testimonianze spunterebbe un video choc che immortalerebbe alcuni coetanei di Alessandro mentre lo spingevano in acqua. Inoltre è emerso che qualche compagno di giochi del piccolo lo riprendeva mentre moriva.

Scheletro trovato sotto un ponte, è di un 28enne scomparso 4 anni fa


Il video sarebbe poi apparso su Youtube per poi essere rimosso dopo qualche settimana. Gli investigatori della polizia postale hanno ricevuto la delega d'indagini dal procuratore per recuperare le immagini atteverso un complesso sistema di acquisizione che prevede anche una rogatoria intenazionale nelle località dove si trovano fisicamente i server.

La svolta alle indagini sulla misteriosa morte di Alessandro è arrivata dopo l'audizione protetta di alcuni compagni dell'undicenne. Una ragazzina sua coetanea che frequentava la stessa classe ha raccontato che pochi istanti prima di morire, il ragazzino sarebbe stato filmato mentre si sbracciava e chiedeva aiuto nel corso d'acqua di via Campo Salino a Maccarese. L' autore del video lo avrebbe poi diffuso con altri compagni su un gruppo WhatsApp. 

Mamma Pina Orlando suicida, le due gemelline erano nate con gravi malformazioni: una era cieca

L'appello disperato di Simona Righetti e del nonno Eliseo è stato finalmente ascoltato ed è stata scongiurata l'archiviazione. Proprio con l'acquisizione della clip e con il riesame dei bambini presenti al momento della morte di Alessandro, la drammatica vicenda avvolta dopo due anni ancora nel mistero, potrebbe essere riscritta.
 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 28 Dicembre 2018, 16:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA