Teatro Verdi, il ritorno di De Simone e Sgarbi firma la «Vedova allegra»
di Marcello Napoli

Teatro Verdi, il ritorno di De Simone e Sgarbi firma la «Vedova allegra»

SALERNO - Daniel Oren ha presentato a Palazzo di Città, la stagione lirica e dei concerti 2014 al Teatro Verdi. «La crisi non ferma la passione e il teatro di tradizione non deve bloccare i nuovi allestimenti; l’attenzione va puntata verso interpreti, cantanti e musicisti, provenienti dalle culture più varie»: questa la rotta indicata dal maestro israeliano, timoniere di questa ennesima stagione alla direzione artistica del Massimo salernitano.

Si parte l’8 aprile con la «Turandot» di

Si parte l’8 aprile con la «Turandot» di Puccini, regia del napoletano Riccardo Canessa, sul podio Francesco Ivan Ciampa. Spicca nel cast il soprano statunitense Lise Lindstrom, «la voce più indicata e matura al mondo per questo ruolo»; il tenore sarà Vladimir Galouzine. Ancora un’opera di Puccini, autore molto amato da Oren: in scena, dal 25 maggio, «Manon Lescaut», alla regia l’esperto Renzo Giacchieri, la direzione dell’orchestra è affidata a Roberto Paternostro, cognome e origini italiane, ma nato a Vienna. Protagonisti il soprano portoghese Elisabetta Matos e il giovane talento sardo Francesco Medda.



Roberto De Simone, «una delle personalità più significative della musicologia, non solo napoletana ma mondiale, torna dopo anni, dall’indimenticabile «La Gatta Cenerentola» e «La Cantata dei pastori».






Ultimo aggiornamento: Venerdì 21 Marzo 2014, 10:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA