Simona Romanò


La città

Simona Romanò


La città si prepara a un Natale sotto scorta, con i tradizionali appuntamenti meneghini che saranno supersorvegliati, ma non militarizzati: la strategia è basata sull'uso di metal detector, su un grande spiegamento d'investigatori in borgese competenti sul fronte dell'antiterrorismo, sulla programmazione di sopralluoghi continui sul territorio.
Milano dopo i 250 agenti in più inviati giovedì scorso, può contare sulle teste di cuoio italiane, approdate da poche ore: 25 uomini dei corpi speciali del Gis e del reggimento Tuscania, esperti di armi, liberazione di ostaggi, guerra urbana. Massima attenzione per l'esposizione natalizia d'arte di Palazzo Marino dal 3 dicembre, visitata l'anno scorso da 100mila persone; per la Fiera degli Oh Bej Oh Bej che apre il 5, attirando oltre 500mila visitatori; per la Prima della Scala del 7 seguita a livello mondiale e per tutti gli eventi in piazza, che si svolgeranno regolarmente, ma con misure di sicurezza potenziate.
Alta la guardia nei luoghi dello shopping natalizio e in occasione di celebrazioni religiose. Il tavolo operativo permanente delle forze di polizia ha già affrontato la questione, calcolando eventuali rischi del ricco programma delle prossime settimane che coinvolgerà la folla milanese. La circolare dell'Fbi, che ha indicato «il capoluogo lombardo come obiettivo potenziale» dell'Isis, non ferma i preparativi del Natale, perché Milano non vuole cambiare abitudini, anche se saranno festività segnate dal dolore per gli attentati di Parigi e in Mali. La questura ha dato indicazioni precise: iniziative con ingressi il più possibile ordinati. È quello che accadrà per la mostra in Comune: al vaglio l'utilizzo di metal detector portatili e, se possibile, di box con rilevatori di metalli. In campo anche le guardie giurate.
Le autorità prendono tutte le precauzioni. «Sarebbe da irresponsabili non essere preoccupati. Ma siamo tranquilli perché stiamo dando il massimo, anche di più, per garantire i più elevati livelli di sicurezza», ha garantito il viceprefetto Giuseppe Priolo.
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: 03:18