Simona Romanò


Arriva il

Simona Romanò


Arriva il primo grande freddo e il Comune pensa alla sorte dei senzatetto: dalla notte scorsa è attivo il piano ad hoc con 1200 posti letto disponibili nei dormitori, che andranno a crescere nelle prossime settimane fino a raggiungere quota 2700.
Attila non risparmia Milano: è la perturbazione artica che fa precipitare le temperature, soprattutto le minime, vicine a zero gradi. Palazzo Marino è già corso ai ripari perché ci attendono giorni d'inverno “vero” dopo settimane di tregua e di tempo mite. Sono allertate le unità mobili che girano di notte per la città, laddove trascorrono le nottate all'addiaccio i clochard che rifiutano di recarsi nelle strutture, dai parchi alle scale d'ingresso del metrò. I volontari distribuiscono coperte, sacchi a pelo e bevande calde.
È operativo il Centro aiuto della Stazione di via Ferrante Aporti 3, aperto 7 giorni su 7, dalle 8,30 fino a mezzanotte (la domenica dalle 9), per coordinare le attività, registrare e inviare nei ricoveri gli homeless che chiedono aiuto. Nessuno sarà lasciato solo: secondo gli ultimi rilievi, sono circa 2300 le persone senza fissa, soprattutto uomini, la cui salute è già precaria, molti dei quali sono stranieri. L'assessore al Welfare, Pierfrancesco Majorino, rinnova l'appello ai milanesi di «segnalare chi si trova in difficoltà allo 0288447-643 o -646 -647 -648 -649 e che magari è sconosciuto ai servizi sociali. Un piccolo gesto che permette di intervenire tempestivamente».
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: 03:18