Matthew McGorry di 'Orange is the new black': 
​"Uso i social per l'impegno sociale"
di Alessandra De Tommasi

Matthew McGorry di 'Orange is the new black':
"Uso i social per l'impegno sociale"

ROMA - In tv Matthew McGorry si fa in due: dopo il poliziotto Bennett di Orange in the new black (giovedì su Premium Stories) lo ritroviamo come Asher, ne Le regole del delitto perfetto e al Monte-Carlo TV Festival ha parlato proprio delle opportunità che ha avuto grazie all'ultima creatura di Shonda Rhimes (Grey's Anatomy), appena sbarcata in home video Disney.





Potrebbe essere amico di Bennett o Asher?

«(ride) Di nessuno dei due: potresti passarci una serata a divertirti, ma niente di più. Nei rapporti umani cerco qualcosa di più profondo».



Ad esempio?

«Alzarsi in difesa di chi non ha voce. Far parte di telefilm così popolari mi permette di avere un amplificatore da usare bene nella battaglia per l'uguaglianza di genere».



Ci riesce?

«Sui social parlo spesso di femminismo, anche un tweet aiuta ad aprire la mente. Lo facevo anche prima di diventare attore».



Cioè?

«Ero personal trainer e aiutavo le persone a trovare l'energia positiva dentro di loro».
Ultimo aggiornamento: 09:47