Vip morti prematuramente: come apparirebbero oggi? Un artista prova a mostrarli con l'intelligenza artificiale FOTO

Il progetto di Alper Yelistas, fotografo e artista turco, emoziona gli utenti su Instagram

L'artista che con l'intelligenza artificiale mostra i vip morti prematuramente come apparirebbero oggi FOTO

Se ne sono andati troppo presto, lasciando fan e ammiratori sconvolti. Ora, però, un artista ha deciso di farli rivivere, mostrando come apparirebbero oggi se fossero ancora vivi.

Elon Musk, il figlio di due anni adora i razzi giocattolo: «Li distrugge tutti, si arrabbia perché non volano»

Il progetto

Alper Yesiltas è un fotografo e artista turco, esperto di programmi di editing di foto e di intelligenza artificiale. Grazie ad appositi software, l'artista è riuscito a ricreare il volto di tanti vip, personaggi dello spettacolo e non solo, morti prematuramente. Mostrando così come apparirebbero oggi, se fossero ancora vivi. Il progetto si chiama 'As if nothing happened' ('Come se non fosse successo niente').

Alper Yesiltas è stato in grado di far 'tornare in vita' personaggi amatissimi, soprattutto in ambito musicale: Amy Winehouse (stroncata da una overdose nel 2011), Michael Jackson (morto nel 2009), il rapper 2Pac (ucciso in una sparatoria nel 1996), la cantante Selena (uccisa dalla sua assistente nel 1995), Freddie Mercury (morto di Aids nel 1991) e John Lennon (assassinato nel 1980).

 

In ambito cinematografico, invece, Alper Yesiltas ha scelto gli attori Paul Walker (morto in un incidente stradale nel 2013) e Heath Ledger (stroncato da una overdose di farmaci e droghe nel 2008). Ma ha scelto anche Lady Diana, con il suo sguardo profondo che la fa apparire come se fosse ancora viva. E, a sorpresa, ha immaginato una Madonna non famosa, senza la carriera stellare che ha percorso (e senza gli eccessivi ritocchi estetici). L'espressività e la bellezza degli occhi della cantante di origini italiane restano intatte.

«Il lavoro è stato complesso, ma emozionante: è bello pensare che ciò che puoi immaginare, può essere mostrato anche nella realtà. Ho iniziato quasi per gioco, pensando a cosa mi avrebbe fatto felice. Ed è così che ho pensato di voler rivedere alcune persone che mi mancano molto» - ha spiegato l'artista - «La parte più complicata è stata rendere realista tutto il processo creativo, ma penso di essere riuscito a creare degli scatti che sembrano davvero realizzati da un fotografo oggi».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Settembre 2022, 19:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA