Scamarcio e la moglie di Sarcina, l'attacco sui social per il tradimento: «Sei uno zero come uomo»

di Cristiano Sala
Storia di una segreteria telefonica trasportata nel futuro, a ricevere messaggi per un utente... inesistente. Riccardo Scamarcio, attore, non ha un profilo social ufficiale. Non ha bollini blu. Ci sono vari profili fake, segreterie telefoniche appunto abbandonate nel deserto dei social. Gocce d'acqua dove si abbeverano gli haters e dove, poche volte, trovano spazio creature pensanti portatrici di lucidità e libero pensiero.

La storia raccontata da Francesco Sarcina è un capitolo prezioso del gossip italiano. Il cantante delle Vibrazioni ha confessato i motivi della fine del matrimonio con Clizia Incorvaia. Lei lo ha tradito con il suo migliore amico: Riccardo Scamarcio. A fare le spese di questa confessione pubblica è, su Instagram, riccardo_scamarcio. Questo il nome del profilo seguito da 37,5 mila persone gestito, forse, da ignari fan del "Ragazzo d'oro".

Qui si stanno sfogando gli utenti. Qui si fa la conta su chi sta da quale parte, nell'antico e amaro gioco dei tradimenti. I commenti e gli insulti per riccardo_scamarcio si abbattono sull'ultimo post datato 5 marzo 2015 che, ironia della sorte, raffigura la locandina del film "Nessuno si salva da solo". «Come attore sei inguardabile, uno zero assoluto, come uomo peggio». Uno. «Chi butta un'amicizia così profonda e sacra per una trombata di una notte con la moglie del suo miglior amico è solo una persona vuota, senza amore per nessuno senza ideali». Due. «Non mi sei mai piaciuto... quando ti vedevo in TV avevo sempre la sensazione di una persona "poco nitida" ora capisco il perché». Tre. E ricominciamo da qui. Calando un rispettoso silenzio su una vicenda privata ma che comunque ha accesso le paure di ognuno di noi, compresi gli haters senza tante parole nel loro vocabolari.

Il tradimento, un dolore, il tradimento di un amico, un dolore ancora più grande. Ecco su questi temi può essere giusto un confronto, una terapia di gruppo, magari attorno a un falò estivo. Esorcizzare la paura più grandi degli innamorati può aiutarci a non odiare. E anzi a perdonare, come scrive giuly_b: «Ha sicuramente sbagliato ma chi non sbaglia nella vita? Voi siete tutti santi vero? Insultarlo cosí come se fosse andato con la vostra di donna, non vi rende di certo migliori di lui! Finitela». E' proprio vero: nessuno si salva da solo.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Riccardo Scamarcio (@riccardo_scamarcio) in data:


Domenica 14 Luglio 2019, 12:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA