Sabrina Paravicini e il cancro, i progressi a quasi due mesi dall'intervento: «Il fisico migliora, ora devo allenare la mente...»

Sabrina Paravicini, a sette settimane dall'intervento chirurgico a cui si è sottoposta, racconta tutti i suoi notevoli progressi dal punto di vista fisico. L'attrice e regista, che sta affrontando una delicata battaglia con il cancro, spiega poi di voler lavorare molto anche sull'aspetto psicologico, e di farlo per suo figlio Nino: «Si merita una madre presente, gentilissima e forte».

Leggi anche > Simona Izzo a Vieni da me: «Ho mille euro di pensione. Ho fatto Il Gf Vip per pagare la scuola ai miei nipoti»​



«Riesco ad alzare il braccio. Ho recuperato per ora quasi il 90% della mobilità. L’edema è sparito. La fisioterapia e il linfodrenaggio funzionano» - l'ultimo aggiornamento di Sabrina Paravicini sulle sue condizioni di salute - «Otto settimane fa pensavo che non avrei più mosso il braccio. Invece si va avanti. Con fatica, con costanza e gestendo le emozioni contrastanti che fanno cambiare umore cento volte al giorno».

Il problema, ora, per Sabrina Paravicini è quello di accompagnare i miglioramenti dal punto di vista fisico con il benessere psicologico: «Psicologicamente è difficile, ma per ora mi sento di non chiedere aiuto. Provo a gestire da sola. Mi metto in ascolto di tutto quello che succede. Non è facile ma ce la posso fare. La mente è fondamentale per corpo e spirito». La guarigione, d'altronde, non può che passare per quello e l'attrice sa di avere un dovere nei confronti del figlio: «Sto allenando la mia mente a non cedere a pensieri intrusivi che potrebbero scatenare tristezza e rabbia. Mi sto inventando un metodo. Lo faccio per me e soprattutto per Nino: si merita una mamma presente, forte e gentilissima. Vi abbraccio per 30 secondi! Con tutte e due le braccia».
Domenica 27 Ottobre 2019, 11:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA