Sabrina Ferilli, lo sfogo choc: «Le donne come mammiferi, che pena». Cos'è accaduto

Sabrina Ferilli è una furia e si scaglia contro le decisioni prese da Orban, in Ungheria, guardando anche al futuro del nostro Paese

Sabrina Ferilli, lo sfogo choc: «Le donne come mammiferi, che pena». Cos'è accaduto

Sabrina Ferilli non ci sta. La nuova stretta sull'aborto imposta da Orban in Ungheria provoca la reazione social dell'attrice romana che si scaglia contro le nuove decisioni. In Ungheria, infatti, prima di abortire le donne saranno obbligate ad ascoltare il battito cardiaco del feto e la ferilli sbotta su Instagram.

Leggi anche > Sabrina Ferilli sexy su Instagram, lo scatto in intimo fa infiammare i fan: «Riflessi belli»

Lo sfogo social

Sabrina Ferilli, appresa la notizia, si scaglia contro la decisione di Viktor Orban: «La nostra utilità è solo nel procreare. Come un mammifero qualsiasi». In una storia su Instagram l'attrice si dimostra, ancora una volta, molto vicina e attenta a un tema delicato come quello dell'aborto.  E senza nessuna paura di esternare la sua rabbia scrive il suo pensiero a riguardo, in uno sfogo che non sta passando inosservato. «La donna continua comunque ad essere l'individuo al quale sono rivolte più forzature ed umiliazioni», scrive l’artista 58enne. «La nostra utilità è solo nel procreare. Come un mammifero qualsiasi. Ma se decidi di prenderti in mano la tua vita, di fare scelte autonome che escono fuori dalle direttive della società, che sono ancora ridotte a moglie e madre... Sono ca**i», prosegue la Ferilli. Ma non è finita qui. 

Le torture

«Siamo addirittura arrivate alle torture del 2000 come l'Ungheria chiede... - prosegue nel suo sfogo, Sabrina Ferilli -. Ogni giorno ci tolgono qualcosa, ogni giorno un'umiliazione in più, meschinamente, nel mondo e da noi. Politici femmine e maschi muti ed inermi. Che orrore. Che pena». 

 

Sabrina Ferilli è una furia. Il suo pensiero si rivolge all'Ungheria ma guarda, inevitabilmente, a quello che potrebbe accadere in Italia. In molti, infatti, temono per problemi simili, in futuro, nel nostro Paese, anche in vista del risultato delle prossime elezioni.


Ultimo aggiornamento: Sabato 17 Settembre 2022, 11:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA