Rocío Muñoz Morales rivela: «Amo Raoul Bova perché è bello dentro. Ci sposeremo...»

Rocío Muñoz Morales rivela: «Amo Raoul Bova perché è bello dentro. Ci sposeremo...»

Rocío Muñoz Morales, 31 anni, ha raccontato al settimanale Grazia, il magazine diretto da Silvia Grilli, delle sfide che ha affrontato sul lavoro, in famiglia e in amore. E del perché il suo compagno, l’attore Raoul Bova, è il miglior alleato per vincerle.

Ballerina professionista, conduttrice tv, attrice. Vive in Italia dal 2012 l’anno in cui girò il film Immaturi e si innamorò di Raoul Bova: «Lo amo perché è bello dentro. Di uomini seducenti e gentili è pieno il mondo ma per essere felici bisogna sceglierne uno che abbia un’anima bella. Come il mio».

Giovanni Ciacci addio a Detto Fatto, arriva l'indiscrezione: «Ecco chi lo sostituirà»

Dal 30 giugno al 6 luglio Rocío è la madrina della 65ª edizione del Film Festival di Taormina, in provincia di Messina: «Il Festival di Taormina quest’anno vanta una notevole presenza femminile: in primo piano saranno le attrici Nicole Kidman, Octavia Spencer, Julia Ormond, Carolina Crescentini, Donatella Finocchiaro. Voglio contribuire a esaltare il talento di noi donne: siamo il sesso forte e abbiamo tante cose da dire».

L’attrice spagnola ama le sfide ed è molto istintiva: «Ho bisogno di stimoli – spiega -. Ascolto tutti ma poi decido con la mia testa. Quando mi venne offerta la conduzione per Sanremo accanto a Carlo Conti, lo stesso Raoul mi mise in guardia spiegandomi che sarei finita nel mirino e anche il minimo errore non mi sarebbe stato perdonato. Io mi presentai al provino a bordo della mia utilitaria ed ebbi il lavoro. Ho vissuto l’esperienza di Sanremo nella massima allegria».

Da come parla sembrerebbe che, in casa, sia lei a portare i pantaloni: «I pantaloni li porta chi li deve portare: Raoul. Non sono io a scegliere per tutti. Ogni decisione la prendiamo insieme. Lui mi protegge, mi sostiene, divide con me le gioie e le fatiche della famiglia».

È stato difficile mandare avanti il rapporto sotto lo sguardo costante dei media e il giudizio dell’opinione pubblica? «All’inizio sì – confessa la Morales - è stato tutto molto complicato. Faticavo a capire tutta l’attenzione che si era scatenata intorno a noi. A salvarmi è stato il sentimento fortissimo che mi lega a Raoul».

Per quanto riguarda il matrimonio, la coppia non ha ancora piani precisi: «Magari ci sposeremo quando nessuno se lo aspetta più. Raoul è capace di sorprendermi».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 27 Giugno 2019, 13:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA