Meghan Markle verso la sconfitta in tribunale, la verità choc sulla lettera: «Ha mentito, non l'ha scritta lei»

Video
di Silvia Natella

Meghan Markle potrebbe subire una pesante sconfitta in tribunale. Stando alle ultime indiscrezioni, la battaglia legale della duchessa di Sussex contro l’Associated Newspapers, editore del Daily on Sunday, "colpevole" di aver pubblicato una lettera privata inviata al padre, si baserebbe su una grossa menzogna. La moglie del principe Harry ha sempre chiamato in causa la privacy violata, ma non sarebbe stata lei a scrivere la missiva. Lo staff di Kensington Palace l'avrebbe aiutata. 

 

Leggi anche > Melania, divorzio da Donald Trump e chiede 50 milioni di dollari

 

Meghan Markle ha intentato la causa alla stampa inglese perché sostiene che l'aver pubblicato gli estratti di una lettera “privata e riservata” violi la legge sulla protezione dei dati sensibili e il diritto d’autore e chiede un risarcimento danni. Dai documenti del Tribunale emerge che la lettera al padre Thomas Markle sia stata redatta insieme al personale del Palazzo. Se questo dovesse essere confermato, decadrebbero le accuse di violazione del "diritto d'autore". «Spetta alla ricorrente dimostrare di essere stata l’unica persona ad aver contribuito alla stesura della bozza. Fatta salva la generalità di quanto sopra, il convenuto deduce che Jason Knauf e / o altri membri del team di comunicazione di Kensington Palace hanno contribuito alla stesura della bozza elettronica», si legge nelle carte.

 

Intanto, Meghan ha già perso la battaglia legale con cui mirava di bloccare le voci su una sua collaborazione con gli autori di "Finding Freedom", la nuova biografia scandalo che mette in risalto le tensioni nella Famiglia Reale e le cause della 'Megxit'. Nel processo contro la stampa, che ora potrebbe avere un risvolto inaspettato, Meghan è almeno riuscita a ottenere lo slittamento dell'udienza di un anno. Questo ha alimentato il gossip e spinto a credere che dietro la richiesta di rinvio ci sia una seconda gravidanza. 

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Novembre 2020, 12:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA