Meghan Markle, per il royal baby 48 ore decisive: «Poi ipotesi parto indotto»

Meghan Markle non ha ancora partorito. Anche sei i nove mesi della gravidanza sono ormai passati, il royal baby (che secondo il gossip potrebbe essere una bambina) la duchessa di Sussex non si è mossa dal Frogmore Cottage, la residenza in cui Meghan Markle vive con il principe Harry e dove è attualmente accudita dalla madre Doria.



Meghan Markle ha scelto di interrompere la tradizione reale inaugurata da Lady Diana e partorire in casa, aspettando la naturale rottura delle acque, come ha fatto la Regina Elisabetta. Ma secondo i bene informati - a partire da sir Elthon Jon che il 3 maggio si è fatto scappare un commento rivelatore: «Nascerà da un momento all'altro» - potrebbe paventarsi l'ipotesi di un trasferimento in clinica per un parto indotto. I medici avrebbero consifliato a Meghan Markle, 37 anni, di farsi ricoverare per stimolare le contrazioni e far nascere il baby Sussex. 

Secondo i medici, a fare la discriminante sarebbero le prossime 48 ore, alla scadenza delle quali Meghan potrebbe essere ricoverata al Frimley Park Hospital nel Surrey. Se così fosse, Meghan Markle dovrebbe rinunciare in un colpo solo sia alla scelta di partorire in casa, sia a quella di mantenere privata la notizia del parto per godere tra l'intimità della famiglia della nascita del primo figlio. 
Domenica 5 Maggio 2019, 13:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA