Meghan Markle e Harry liberi di lavorare? Ecco perché sono ancora mantenuti dalla Regina

di Silvia Natella
Meghan Markle e il principe Harry liberi di lavorare? Ecco perché sono ancora mantenuti dalla Corona. Volevano essere liberi e indipendenti, ma ad alcune spese ci pensa ancora papà Carlo, o meglio i contribuenti britannici. Attualmente la Megxit sembra essere più una fuga dai doveri e dalle responsabilità e non una dichiarazione di indipendenza con conseguente rinuncia ai privilegi. Quando la coppia ha annunciato al mondo che avrebbe traslocato non ha preso in considerazione l'ipotesi di rimborsare i costosi lavori alla residenza di Frogmore Cottage.

Leggi anche > Harry ha costretto Meghan a divorziare dalla Royal Family? La Markle solo una vittima: il retroscena

L'ex attrice avrebbe fatto male i conti e richiesto la ristrutturazione con un pessimo tempismo. Il restyling è pesato inutilmente sulle casse dello Stato, che paga affinché i membri senior della Famiglia Reale assolvano ai loro compiti di rappresentanza. Se questo accordo viene meno i diretti interessati devono restituire il denaro speso per i lavori e provvedere di tasca propria alla manutenzione della residenza ufficiale dei duchi di Sussex se ancora la vogliono. E sebbene Meghan ed Harry non sembrino persone in difficoltà economiche, mantenerli non è facilissimo.

Il principe Carlo è venuto in loro soccorso pagandogli la sicurezza da quattro milioni di dollari l'anno. Questo potrebbe consentire a Meghan ed Harry di iniziare a pagare a rate i lavori a Frogmore, ma fa storcere il naso ai contribuenti. Carlo ha devoluto al figlio e al nipotino Archie il suo Sovereign Grant (2,6 milioni l'anno) e parte dei contributi che gli versa il ducato di Cornovaglia (28,7 milioni l'anno), ma sono sempre soldi dei sudditi. Denaro che tra l'altro potrà circolare solo lontano dalla Corona e dal Regno Unito. 
Ultimo aggiornamento: Martedì 26 Maggio 2020, 19:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA