Martina Nasoni va in ospedale e scopre di essere positiva al Covid: «Avevo problemi al cuore»

La vincitrice del Gf Vip del 2016 precisa: «Fatto sta che non sono qua perché credevo di avere il Covid, vi ripeto che ho fatto due tamponi negli ultimi giorni ed erano entrambi negativi»

Martina Nasoni va in ospedale e scopre di essere positiva al Covid: «Avevo problemi al cuore»

Martina Nasoni scopre di essere positiva al covid mentre è in ospedale. «Allora raga, io sono venuta qua al pronto soccorso, perché purtroppo da ieri non mi sento bene, benissimo, a livello purtroppo cardiaco. Quindi sono venuta qua a fare degli accertamenti, dei controlli» scrive l'ex gieffina nelle stories Instagram in cui si mostra in un letto d'ospedale dove era andata per degli accertamenti al cuore. 

Leggi anche > Michelle Hunziker in lacrime al gender reveal party di Aurora: «Le mie condizioni dopo averlo saputo»

L’ex concorrente del Grande Fratello non sapeva di essere positiva al virus, quando ha deciso di randare al pronto soccorso. Infatti, precisa di aver effettuato due tamponi negli ultimi giorni, risultando negativa. Col trascorrere del tempo, però, Martina ha iniziato ad accusare delle strane sensazioni e a non stare più bene a livello cardiaco. Pertanto, ha deciso di fare i dovuti accertamenti.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da 𝐌𝐚𝐫𝐭𝐢𝐧𝐚 𝐍𝐚𝐱 (@martina_nasoni_official_)

La vincitrice del Gf Vip del 2016 precisa: «Fatto sta che non sono qua perché credevo di avere il Covid, vi ripeto che ho fatto due tamponi negli ultimi giorni ed erano entrambi negativi. Ora me ne hanno fatto un altro per prassi ed era positivo. Io sono qua per altre cose, non si sa se queste cose siano scaturite dal Covid oppure no». Attualmente, Martina Nasoni si trova ancora in ospedale, come lei stessa fa sapere. L’ex gieffina è in attesa di risposte da parte die medici, dopo una serie di controlli.

La malattia

La "ragazza dal cuore di latta", come recita la canzone di Irama, ha una malattia ereditaria, conosciuta come cardiomiopatia ipertrofica. Si tratta di un problema ereditario che riguarda il muscolo cardiaco, il quale causa l’aumento dello spessore delle pareti del ventricolo sinistro. Martina affronta la malattia insieme a sua madre, la quale può comprenderla fino in fondo. Il primo intervento la Nasoni l’ha subito a soli 12 anni, con l’innesto di un pacemaker che lei chiama Bob. Quest’ultimo le permette di vivere una vita un po’ tranquilla. Ogni tanto, si deve sottoporre necessariamente a nuove operazioni per il cambio del pacemaker.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 3 Ottobre 2022, 21:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA