Martina Nasoni e l’operazione al cuore: «Piena di rabbia, ma mi ha fatto crescere prima degli altri»

Martina Nasoni e l’operazione al cuore: «Piena di rabbia, ma mi ha fatto crescere prima degli altri»

Martina Nasoni, vincitrice del Grande Fratello 2019, racconta la sua malattia. Martina Nasoni soffre di una patologia al cuore e a dodici anni è dovuta ricorrere a un’operazione per impiantare un pacemaker. La sua esperienza ha ispirato anche il cantante Irama nel pezzo “La ragazza con il cuore di latta”.

Leggi anche > Pappagalli insultano i visitatori: rimossi dallo zoo dopo venti minuti di imprecazioni


Martina è affetta da cardiomiopatia ipertrofica, una malattia degenerativa, e ha raccontato la sua vita nel libro che ha scritto da poco, “Questo cuore batte per tuti e due”. Il momento dell’operazione rimane ancora nella sua mente: “Gli interventi da piccola la vedi solo nei film – ha raccontato a “Diva e donna” - pensi che non toccheranno mai a te. A 12 anni mi è piombata addosso la consapevolezza che può succedere di tutto. Mi sentivo vulnerabile. Piangevo, non era giusto”.


L’intervento l’ha cambiata e l’ha fatta crescere: “L'intervento ha provocato il distacco dai miei coetanei. Li vedevo disperarsi per le cavolate. Io ero piena di rabbia: avrei voluto anche io piangere pe le cavolate e non perché andavo sotto ai ferri. Sono cresciuta prima degli altri. La cosa più difficile è stato mitigare la rabbia con il pensiero che l'intervento, pur con tutto il suo carico di dolore, mi ha aiutato a restare in vita”.



In passato è stata vittima di bullismo: “Sì, da un gruppo di ragazzine molto cattive. Rispetto a loro io ero una bambolina. L'unico insulto con cui potevano colpirmi era la mia malattia. Lo hanno fatto. Io mi arrabbiavo, mi batteva forte il cuore, iniziavo a tremare. E loro: "Stai attenta che ora muori, donna bionica". Mi auguravano di bruciare assieme al mio pacemaker. Da una ho preso anche uno schiaffo ...”.
 
 

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Settembre 2020, 15:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA