Maradona, il "figlio" non riconosciuto Santiago: «Chiedo la riesumazione della salma»

Maradona, il "figlio" non riconosciuto Santiago: «Chiedo la riesumazione della salma»

Con la scomparsa di Maradona si è scatenata una piccola guerra per la sua eredità. I figli riconosciuti sono cinque, altri due chiedono la prova del dna e uno di questi, Santiago, è intervenuto a “Live Non è la D’Urso” sostenendo di voler ottenere la riesumazione della sua salma.

 

Leggi anche > Maradona, la storia del suo anello preferito da 250mila euro

 

La lotta all’eredità di Maradona, che pare si aggiri sui 75 milioni di euro, ha fatto nascere tensioni e uno dei figli non riconosciuti, Santiago, si sente ormai costretto dalla situazione a richieste la riesumazione della salma per far eseguire la prova del Dna: “Sono suo figlio – ha spiegato in un servizio ai microfoni della trasmissione di Barbara D’Urso – e lo sento da quando ho tre anni. Mia madre mi ha anche portato a casa sua per presentarmelo, poi nel 2004 è partito il processo per il riconoscimento”.

Ora la sua battaglia continua: “Quello che voglio fare è lottare per la mia identità, per mia madre. Non vorrei far riesumare la sua salma, ma se la legge dice che questo è un passaggio da fare, lo farò”.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 14 Dicembre 2020, 00:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA