Ivana Trump, il ricordo di Rino Barillari: «Quella passeggiata a Ponza con l'avvenenza di una modella. La morte di Rubicondi l'ha segnata»

Ivana Trump, il ricordo di Rino Barillari: «Quella passeggiata a Ponza con l'avvenenza di una modella. La morte di Rubicondi l'ha segnata»

di Daniele Molteni

«Isola di Ponza, una decina di anni fa. Ivana Trump scende da un lussuosissimo yacht in cerca di un bancomat, che non trova. Allora cosa fa? Passeggia per l'isola con la grazia della modella che era stata un tempo e si ferma a salutare tutte le persone che incontra e che la riconoscono subito. Che donna, gentile e avvenente come poche». È un fiume in piena Rino Barillari, il “King of Paparazzi", alla notizia della morte della prima moglie dell'ex presidente Usa Donald Trump. Notizia che da New York rimbalza subito in Italia, a Roma, che lei amava follemente. E ogni volta che veniva da noi non sfuggiva alla mitica macchina fotografica di Rino Barillari.

Morta Ivana Trump, prima moglie di Donald: aveva 73 anni. L'ex presidente Usa: «I figli erano il suo orgoglio» FOTO

 

Quale ricordo ha di Ivana Trump a Roma?

«La cena e il ballo al Jackie'O di via Boncompagni a Roma con l'allora marito Rossano Rubicondi. Sembrava una scena di Via col vento. Loro due erano affiatati e innamorati».

Ivana e Rossano Rubicondi si sono amati molto?

«Anche quando si sono lasciati, lei è sempre stata molto vicina a Rossano. Ha sofferto tantissimo per la sua morte (avvenuta nel 2021 a 49 anni, ndr) ancora in giovane età per una brutta malatia. Forse, posso dire che lei abbia cominciato a spegnersi proprio quel giorno».

Ivana Trump le ricordava qualche diva della Dolce Vita, di cui lei e la sua macchina fotografica siete memoria storica?

«Aveva una personalità tutta sua. Forte e gentile nello stesso modo. Una volta pioveva forte e con il suo ombrello ha evitato che mi bagnassi e si bagnasse la mia macchina fotografica. La incontravo spesso a Roma, una volta per strada mi chiamò lei. "Ma per salutarti Rino non per avere una foto"». 

Era molto legata al nostro Paese?

«Amava l'Italia, in particolare Roma. Qui si sentiva a casa».

Quante volte ha fotografato Ivana Trump?

«Sempre, perché le sue foto si vendevano in tutto il mondo. Come quelle di una first lady. Anzuìi, di più»


Ultimo aggiornamento: Venerdì 15 Luglio 2022, 07:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA