Il principe William e Kate Middleton accolti tra le proteste in Giamaica: «Tornate nelle favole»

I duchi di Cambridge sono stati bersaglio degli attivisti che chiedono alla monarchia britannica un risarcimento per la schiavitù e le violazioni dei diritti umani

Il principe William e Kate Middleton accolti tra le proteste in Giamaica: «Tornate nelle favole»

di Silvia Natella

Kate Middleton e il principe William sono stati accolti in Giamaica a suon di musica reggae, ma hanno dovuto affrontare anche un clima di protesta. Durante la seconda tappa del tour reale nei Caraibi, i duchi di Cambridge sono stati bersaglio degli attivisti che chiedono alla monarchia britannica un risarcimento per la schiavitù e le violazioni dei diritti umani. Il piccolo Paese insulare ha come sovrana la regina Elisabetta.

Leggi anche > Kate Middleton e il principe William nuotano tra gli squali in Belize: le immagini spettacolari

In Giamaica l'accoglienza non è stata completamente benevola per la coppia reale. Kate e William hanno presenziato a una cerimonia di benvenuto ufficiale come si conviene per questi tour ufficiali, ma non sono mancate le proteste. Come riporta Standard.co.uk, per placare gli animi il principe farà un discorso in cui menzionerà il problema della schiavitù.

Politici e imprenditori antimonarchici hanno firmato una lettera aperta chiedendo le scuse ufficiali per il colonialismo britannico e risarcimenti per la schiavitù. «Principi e regine non appartengono alla Giamaica, tornate nelle favole!», le parole con cui sono stati accolti. «Sono a conoscenza della situazione e delle proteste e il principe riconoscerà la questione della schiavitù nel suo discorso», ha dichiarato una fonte del "Palazzo". La Giamaica e altri Paesi caraibici stanno cercando di instaurare la Repubblica dopo aver ottenuto l'indipendenza.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Marzo 2022, 13:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA