Gina Lollobrigida, l'ex marito Rigau a Pomeriggio Cinque: «Il matrimonio è ancora valido»

L'ex marito spagnolo, in collegamento con Barbara D'Urso, rivela un dettaglio che potrebbe mettere in discussione il testamento di Gina Lollobrigida e poi si scaglia contro Andrea Piazzolla

Gina Lollobrigida, l'ex marito Rigau a Pomeriggio Cinque: «Il matrimonio è ancora valido»

La verità sul matrimonio tra Gina Lollobrigida e (l'ex?) marito Javier Rigau potrebbe essere ben diversa da quella che conoscevamo finora. In un'intervista esclusiva a Pomeriggio Cinque, infatti, l'uomo ha raccontato la sua verità sul legame che lo potrebbe ancora legare all'attrice scomparsa lo scorso 16 gennaio. «Non sono io che affermo di essere il vedovo di Gina, lo ha confermato la giustizia spagnola e quella italiana - dice a Barbara D'Urso in apertura di collegamento -. Il matrimonio non è annullato, bensì è sciolto: per questo motivo oggi sarebbe ancora valido».

Leggi anche > Gina Lollobrigida, Andrea Piazzolla (che ha ereditato metà del patrimonio) a giudizio: «Non ha mai pagato gli alimenti al figlio» 

Gli ultimi momenti insieme

 

Javier Rigau, dopo la bomba di gossip iniziale, prosegue raccontando gli ultimi attimi trascorsi con la Lollobrigida, raggiunta appena venuto a conoscenza della grave situazione di salute: «Mi ha chiamato il figlio di Gina, Milko, dicendomi che Gina era ricoverata in condizioni davvero pessime. Era veramente sotto choc perché temeva il peggio da un momento all'altro, così io sono partito immediatamente per Roma». E aggiunge anche che in tutti questi anni ha mantenuto un ottimo rapporto con Milko e Dimitri, descritti come persone carinissime. Per poi scagliarsi contro le critiche ricevute in occasione del funerale di Gina Lollobrigida.

La frecciatina

«Quando sono uscito dalla chiesa non ho sentito nulla, perché tanta gente si è avvicinata per farmi le condoglianze. Ho ricevuto tantissimo affetto da tutto il mondo e non posso occuparmi di poche persone che hanno fischiato. Meglio chiederlo a Andrea Piazzolla perché potrebbe averli indirizzati lui, sarebbe nel suo stile», ha detto riferendosi all'assistente di Gina che ha ereditato metà del patrimonio dell'attrice.

«Plagiata da Piazzolla»

«Quando Gina mi definiva un "truffatore" era completamente plagiata da Piazzolla, un cagnolino nelle sue mani. Non l'ho riconosciuta più, non ho riconosciuto i suoi occhi, la sua personalità. Mi ha fatto tanta pena vederla in queste condizioni e con Piazzolla seduto sulle stesse poltrone sulle quali lei annunciava il matrimonio con me. Non si è mai vista una star mondiale del calibro di Gina fare dei collegamenti televisivi insieme al domestico. Una persona che non ha alcuno studio non può ritenersi il manager di una grande celebrità; lui sa solo ingannare, mentire e plagiale la gente. Se io oggi avessi un diritto sulla legittima di Gina, Milko non dovrebbe assolutamente preoccuparsi di nulla perché con me può stare tranquillo».


Ultimo aggiornamento: Martedì 31 Gennaio 2023, 21:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA