Georgette Polizzi conferma la gravidanza: «È un miracolo», ma poi lancia la frecciatina. Ecco cosa è successo

Georgette Polizzi conferma la gravidanza: «È un miracolo», ma poi lancia la frecciatina. Ecco cosa è successo

Georgette Polizzi ha confermato la sua gravidanza. Dopo le anticipazioni sul settimanale “Chi”, la stilista ha ammesso di essere in attesa di un bambino insieme al marito Davide Tresse. In passato Georgette aveva parlato della sua malattia, la sclerosi multipla, e de fatto che questa le avesse portato anche infertilità, così da renderle impossibile il concepimento naturale di un figlio da lei e il compagno molto atteso.

 

Leggi anche > Il dramma di Francesca Alotta tornata in tv: «Ho perso un figlio e scoperto che il mio grande amore aveva un'altra famiglia»

 

«È un miracolo» ha scritto su Instagram, «Questo giorno è arrivato ed io non ci credo ancora . Ho sempre sostenuto che i miracoli si avverano solo se ci credi e oggi siamo qui emozionati come due bimbi a dirvi che arriverà il nostro miracolo. Scrivo queste righe e il cuore batte così forte che mi fa male il petto. Chi mi segue sa quanto ho desiderato tutto questo e quanto ho lottato per riuscire a realizzare il nostro sogno. Oggi fragile come non mai sono qui a dirvi che io e il momo diventeremo genitori».

 

La notizia per loro è arrivata da poco, per questo precisa: «In realtà volevo aspettare a condividere con voi questa cosa ma qualcuno (indelicatamente) ha fatto trapelare la notizia. Volevo aspettare per un senso di protezione.
È stato un percorso lungo, fatto di sofferenze vere, pianti, cicatrici, dolori fisici, sacrifici. Ma oggi posso dire che non dimentico ciò che è stato, però ne è valsa la pena».

 

Poi racconta il suo percorso dopo la notizia dell'infertilità: «Sono mamma di una blastocisti espansa di un percorso di PMA e non me ne vergogno. Ho letto tante cose, in questi due giorni ,alcune mi hanno fatto molto male. Sappiate che è l’infertilità che avvicina una coppia a questo percorso, non la sclerosi multipla. Il/la nostro/a piccolo/a verrà cresciuto/a dall’amore e non dalla malattia. Vi ho sempre detto che volere è potere, io oggi voglio gioire e dimenticare cioè che ho letto perché nonostante la vita abbia sempre cercato di buttarmi giù, io ho vinto, anzi abbiamo vinto! Sei il nostro piccolo miracolo, ti aspettiamo».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Settembre 2021, 13:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA