Elena Morali, disavventura choc in vacanza: «Passerai la notte in prigione». Poi la richiesta di riscatto

Lo sfogo della coppia sui social

Elena Morali, disavventura choc in vacanza: «Passerai la notte in prigione». Poi la richiesta di riscatto

di Bianca Amsel

Elena Morali e Luigi Favoloso di ritorno dalle vacanze in Thailandia raccontano su Instagram la disavventura che li ha coinvolti. A Phuket la coppia è stata fermata dalla polizia la quale ha minacciato l'influencer di dover passare la notte in prigione perché in possesso di una sigaretta elettronica. 

Nonostante la paura, i due hanno deciso di continuare la propria vacanza e di parlarne una volta in Italia. Attimi di terrore trapelano dai video di Instagram condivisi con i follower che in poco tempo hanno mostrato solidarietà e commentato con esprienze simili.

Elena Morali condannata a risarcire Enrica Bonaccorti dopo la lite dalla D'Urso: seimila euro per il falso nudo su Instagram
Paura per Elena Morali: «Bolle dappertutto, forse ho il vaiolo delle scimmie»

 

Cosa è successo

Elena Morali e Luigi Favoloso erano in motorino quando una pattuglia li ha fermati chiedendogli se avessero sigarette: «Volevano sapere se nello specifico fumassi quelle elettroniche», spiega l'influencer. Entrambi non erano a conoscenza di una legge thailandese che vieta severamente il fumo ma che, a detta loro, sembra colpire solo i turisti.

Favoloso continua dicendo che gli agenti avrebbero perquisito la sua compagna minacciando di portarla in carcere fino al mattino seguente poiché in possesso di una sigaretta elettonica.

Elena Morali: «Libera dopo aver pagato un riscatto»

In più una multa di 50.000 Bath (circa 1.500 euro). «Alla fine uno dei poliziotti ci dice: "potete andare se pagate il doppio" (100.000 Bath circa 3.000 euro)», così gli influencer nei loro video. Poi, Favoloso è stato condotto ad un bancomat, ma non potendo prelevare l’intera somma gli agenti si sarebbero accontentati di 840 euro. 

La paura è stata tanta, soprattutto il senso di impotenza in quanto turisti, a cui sono stati sequestrati i telefoni e impedito di parlare con la propria Ambasciata, sottolineano Morali e Favoloso.

Una vacanza che poteva trasformarsi in un incubo ma che fortuna ha avuto un lieto fine. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 8 Settembre 2022, 10:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA