Dado positivo al coronavirus: «Vi scrivo solo adesso perché le crisi respiratorie sono calate, tenete le distanze con tutti»
di Silvia Natella

Dado positivo al coronavirus: «Vi scrivo solo adesso perché le crisi respiratorie sono calate, tenete le distanze con tutti»

«Essere o non essere positivo... io purtroppo lo sono». Così Dado (all'anagrafe Gabriele Pellegrini) ha annunciato l'infezione da coronavirus. Il comico e cabarettista ha pubblicato un post su Facebook in cui spiega di essersi ammalato, nonostante sia stato sempre molto attento. Le parole accompagnano una sua foto in ospedale con la mascherina e l'ossigeno e invitano all'uso della mascherina e al rispetto del distanziamento. 

 

Leggi anche >  Covid, Ricciardi insiste: «Ci vuole lockdown a Napoli e Milano. Ci si può contagiare anche al bar» 


IL POST

 

«Essere o non essere positivo... io purtroppo lo sono, nonostante tutti i controlli ai quali mi sono sempre sottoposto e alle regole che ho sempre rispettato. L’unica consolazione è che mi trovo al padiglione “Marchiafava” del San Camillo e ho sempre l’impressione che stia per entrare il Proff. Sassaroli. Mettete sempre la mascherina e tenete le distanze con tutti per quanto scortese possa sembrare anche con il nostro migliore amico. Vi scrivo solo adesso perché le crisi respiratorie sono calate».

 

Il suo racconto segue quello di un altro comico, Lillo Petrolo del duo Lillo e Greg. L'artista ha annunciato ieri di essere in quarantena proprio perché positivo al Covid-19: «Non lo voglio nascondere. Io sto a casa perché ho preso questo virus. Sto sotto controllo, ma ora ne ho capito la forza virale, questo virus ha una forza devastante. È una cosa che dura venti giorni, con dolori fortissimi alle ossa e alle ginocchia; è un'influenza moltiplicata per dieci. Io so perché me lo sono preso, so di aver fatto una "stronzata", non la rifarei, anche perché a causa di questa "stronzata" me lo sono preso». 


Ultimo aggiornamento: Martedì 27 Ottobre 2020, 18:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA