Ballando con le stelle, Gilles Rocca e Miriam Galanti: «Colpo di fulmine, al mio fianco da dodici anni»

Ballando con le stelle, Gilles Rocca e Miriam Galanti: «Colpo di fulmine, al mio fianco da dodici anni»

Gilles Rocca ha vinto “Ballando con le stelle”, talent condotto da Milly Carlucci, danzando in coppia con Lucrezia Lando. Un incoronamento che Gilles Rocca festeggia a fianco dell’attrice Miriam Galanti, con cui è fidanzato da dodici anni.

 

Leggi anche > Ballando, tra Raimondo Todaro e Paolo Conticini pace in diretta tv

 

 

Gilles Rocca, 37 anni, ha ottenuto il podio a “Ballando con le stelle” in maniera un po’ inaspettata: “Nonostante i pronostici – ha fatto sapere in un’intervista a “Chi” - non mi sentivo svantaggiato. Ho visto il mio percorso: più passavano le settimane, più diventavo credibile di fronte a pubblico e giuria. Mi rendevo conto che stavo crescendo”.

Al suo fianco da dodici anni la fidanzata, l’attrice Miriam Galanti. Il loro è stato un colpo di fulmine: “Credo nei colpi di fulmine e per quanto mi riguarda solo in quelli: non pianifico quando ci sono in gioco i sentimenti. Con Miriam è stato un colpo di fulmine. Eravamo a scuola di recitazione, quasi 12 anni fa visto che a gennaio è il nostro dodicesimo anno di fidanzamento, l’ho vista scendere dalle scale e sono rimasto incantato. Tutto è nato da lì”.

 

Non pensano al matrimonio (“Il nostro è un legame che si crea ogni giorno senza fare programmi per il futuro. Non abbiamo mai pensato “sei la persona della mia vita” e non pensiamo nemmeno al matrimonio, non ce n’è bisogno. Tra noi la festa non è un giorno, ma tutti i giorni. Tutte le sere che torno a casa, ceniamo insieme, spegniamo il cellulare e ci mettiamo a parlare. Tutte le volte che vediamo un film insieme. Tutte le volte che andiamo in gita in moto”), ma in futuro vorrebbero allargare la famiglia: “Avere un figlio è un sogno di entrambi. Poi, ho un rapporto profondo con mio padre e spero di ricrearlo. Ma adesso abbiamo molti impegni e preferiamo aspettare che il mondo torni alla normalità”.

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Novembre 2020, 17:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA