Anne Windsor, la rivelazione choc della figlia della regina Elisabetta: «Ho temuto il peggio durante il parto»

Anne Windsor, la rivelazione choc della figlia della regina Elisabetta: «Ho temuto il peggio durante il parto»

Durante una visita del Royal College di Ostetricia e Ginecologia la figlia della regina ha svelato a tutti di aver temuto il peggio

La principessa reale Anna, l'unica figlia femmina della regina Elisabetta e del principe Filippo, ha lasciato le ostetriche e Kate Middleton sbalordite. Mentre le due reali erano in visita al Royal College di Ostetricia e Ginecologia Anne Windsor ha lacsiato tutti a bocca aperta. La principessa ricordato di aver temuto il peggio per uno dei due suoi figli. Ha avuto paura che uno dei suoi bambini si «incastrasse» durante il parto. 

 

Leggi anche > Meghan, le pesanti accuse del padre a Harry: «E' un idiota, sono d'accordo con Trump»

 

 

La figlia della regina stava chiacchierando con esperti di maternità durante una visita alla nuova sede del Royal College of Midwives (RCM), che è anche sede del Royal College di Ostetricia e Ginecologia e che Kate sostiene economicamente nelle ricerche. 

 

Alle donne reali è stata mostrato un nuovo strumento di sorveglianza fetale intrapartum, che monitora la sicurezza dei bambini durante il travaglio per avvisare il personale medico di iniziare un parto se la testa del bambino rimane bloccata nel bacino della madre.

 

La principessa, madre di Peter Phillips, 44 anni, e Zara Tindall, 40 ha poi raccontato al gruppo di aver temuto che le sarebbe successo durante una delle sue gravidanze, aggiungendo: «Pensavo fosse un problema... ma ha finito per essere un parto tranquillo».

 

Il professor Tim Draycott, vicepresidente dell'RCOG e professore di ostetricia, che stava aiutando a dimostrare lo strumento, ha detto in seguito: «Ha detto di essere inciampata in un carro di cavalli mentre era incinta e ha pensato che potesse succedere qualcosa di grave durante il parto».

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 28 Aprile 2022, 15:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA