Anna Pettinelli: «Temptation Island? Felice di averlo fatto» ESCLUSIVA
di Totò Rizzo

Anna Pettinelli: «Temptation Island? Felice di averlo fatto» ESCLUSIVA

Sani e salvi. Scampato pericolo. Da Temptation Island, Anna Pettinelli e Stefano Macchi il viaggio di ritorno lo hanno fatto d’amore e d’accordo. Dopo una tempesta, scatenata da lei per le eccessive «cortesie» di lui nei confronti della sua “tentatrice” ma, secondo lui, alla fine per un nonnulla. Comunque, tutto è bene quel che finisce bene, come titolava Shakespeare. 

Leggi anche> Temptation Island Vip 2, Serena prende il largo con il single Alessandro e Pago si dispera

Pettinelli, col senno di poi, avevano ragione quelli che le avevano detto mentre faceva i bagagli «ma chi te lo fa fare?»
«Ma proprio per niente. Felicissima d’averlo fatto. E a prescindere dall’epilogo. Mi avevano già proposto in passato vari reality, dal Grande Fratello a L’isola dei famosi. Stavolta ho detto sì per due motivi. Primo: qui mi sentivo garantita, perché so come lavora Maria De Filippi con il gruppo di Fascino, la stimo, ho fiducia in lei. Secondo: qui ci sono in ballo sentimenti veri, si parla di amore, di relazione tra due persone che stanno insieme e vogliono mettersi alla prova».

Che può essere anche rischiosa…
«Ma certo, il rischio è messo nel conto. Quando ne ho parlato con Stefano, ci siamo detti: sarà un esperimento bello tosto ma eravamo entrambi abbastanza sicuri che l’avremmo superato».

Qualcuno l’ha messa in guardia?
«Le sembrerà paradossale ma appena ha saputo che avevo accettato, la stessa De Filippi, che mi conosce bene, mi ha chiamato e mi ha avvertito: “Guarda che tu ti incazzi”».

Beh, direi che aveva ragione…
«E’ stata una brava Cassandra. Ma che dovevo fare, forse non avrei dovuto incazzarmi?».

Il suo Stefano non ha commesso nulla di “illecito” a quel che s’è visto.
«Chiariamo. Non l’ho incolpato di alcun “reato” ma si è lasciato irretire da tutte quelle attenzioni, è stato scemo, ingenuo, un po’ come tutti i “maschi alfa” messi davanti a quelle tentazioni, diciamocelo. Però quel che mi ha fatto più rabbia è che non si è reso conto che alcune situazioni che io avrei poi visto nei filmati avrebbero potuto, più che allarmarmi, ferirmi. Lui poi sa benissimo come sono fatta: non sono una che conosce scorciatoie, nella vita e nel lavoro. O amo o odio, non sono mai stata quella della mezza cottarella, del compromesso pur di firmare un contratto. Magari sarò esagerata ma sono fatta così: è il mio marchio di fabbrica». 

Magari esagerata per esigenze di…copione?
«Nessun copione mi creda, tutto assolutamente reale, non c’è alcun artificio, ma quella spiaggia è una bolla fuori dal mondo in cui per 15 giorni, separata dal tuo compagno, qualche tua certezza può anche incrinarsi. Di più: confesso che, forte della mia esperienza professionale, pensavo che avrei tenuto conto in una certa misura delle telecamere… macché, sono andata a ruota libera». 

Altri reality in vista? 
«Basta, ho già dato, sono tornata a casa, ai miei affetti – da mia figlia Carolina a mio padre che ha 94 anni - al mio lavoro quotidiano in radio, a Rds, con la quale ho festeggiato 31 anni di fedeltà. Al massimo in tv qualche ospitata, qualche apparizione da “opinionista”».

Ma dopo tanti anni di carriera e di esperienza, da “Discoring” a Sanremo, cosa le piacerebbe fare?
«Sicuramente qualcosa che sia legato alla musica, tipo Amici o X Factor, perché di musica, in radio e tv, ho sempre vissuto. E forse qualche appuntamento di infotainment, come La vita in diretta».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 7 Ottobre 2019, 07:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA